RC AUTO: si abbassano i prezzi ma non è sufficiente

Per l’Ivass nel IV trimestre 2021 il prezzo dell’rc auto scende a 360 euro, ma il calo è solo un effetto ottico.

Roma, 7 marzo 2021 – “Riduzione insufficiente. Il calo è solo un effetto ottico” afferma l’avv. Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando il bollettino Ivass, secondo il quale nel quarto trimestre 2021 il prezzo medio effettivo pagato per l’rc auto è diminuito del 5% su base annua, arrivando a 360 euro.

“Anche se il prezzo migliora sia su base annua, era 379 euro nel 4° trimestre 2020, che sul trimestre precedente, quando era 367, in realtà non fa altro che ritornare ai livelli già raggiunti nel 2° trimestre 2021. Insomma, dopo il peggioramento del terzo trimestre 2021 si torna al passato. Un andamento, quindi, che continua a essere troppo ballerino e altalenante per poter essere soddisfatti. La diminuzione è decisamente troppo lenta e incompatibile con il crollo dei sinistri. Quanto al divario tra Aosta e Napoli è ancora un abisso” conclude Dona.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di
TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2022 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2022 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma