SHARING ECONOMY: presentato a Bruxelles un documento

L’Unc commenta la notizia secondo la quale a Bruxelles si discuterà di sharing economy, grazie ad un documento presentato dall’Italia (relatrice Benedetta Brighenti).

Roma, 30 settembre 2015 – “Ottima iniziativa, quello che serve è un’armonizzazione delle legislazioni nazionali a livello europeo, per evitare che la sharing economy sia ostacolata” ha dichiarato Massimiliano Dona (segui @massidona su Twitter), Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando la notizia secondo la quale a Bruxelles si discuterà di sharing economy, grazie ad un documento presentato dall’Italia (relatrice Benedetta Brighenti).
“Vicende come quelle di Uber pop, bloccata in Italia dai giudici con il cavillo che la normativa attuale, vecchia ed antidiluviana, non la contempla, dimostrano che le legislazioni nazionali vanno aggiornate ai tempi moderni. Ma le varie lobby imperanti, come quella dei tassisti, ostacolano il rinnovamento sia a livello nazionale che regionale, che comunale. Impossibile da anni, ad esempio, aumentare il numero dei tassisti in circolazione. Ecco perché l’Europa può rappresentare l’unica via per modernizzare il nostro Paese” ha concluso l’avv. Dona.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online