TELEFONIA: Addio roaming Ue da metà giugno

commenta  |  pdf

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Bene era ora! Adesso anche l’Italia deve eliminare le penali telefoniche

Roma, 1 febbraio 2017 – “Bene, era ora! Finalmente una buona notizia per gli utenti telefonici. Come sempre su questa materia possiamo attendere passi avanti solo dall’Europa, visto che in Italia è sempre tutto fermo, a cominciare dal ddl concorrenza che giace da anni in Parlamento e che si occupa anche di telefonia” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando la notizia dell’abolizione del roaming per i consumatori europei a partire da metà giugno. Parlamento, Consiglio e Commissione Ue, infatti, hanno raggiunto, nella notte, un accordo sui prezzi all’ingrosso. Era l’ultimo tassello mancante per consentire lo stop dei costi aggiuntivi quando si va all’estero.

“E’ dalle lenzuolate Bersani del 2007, ossia da 10 anni, che si provano, ad esempio, ad eliminare le spese di chiusura per il recesso dai contratti telefonici e ancora non ci si è riusciti. E’ una vergogna!” conclude Dona.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2017 Unione Nazionale Consumatori
© 2017 Unione Nazionale Consumatori