TELEFONIA: Agcom multa a Windtre, Vodafone e Tim

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Una buona notizia, anche se il problema dell’attivazione di servizi non richiesti resta irrisolto.

Roma, 2 agosto 2021 – “Bene, una buona notizia. Peccato che il problema dell’attivazione di servizi non richiesti nel campo della telefonia sia ben lungi dall’essere stato risolto” afferma l’avv. Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando il fatto che Windtre, Vodafone e Tim sono state multate dall’Agcom, l’Autority delle Comunicazioni per l’attivazione di servizi premium in assenza di consenso degli utenti, con multe, rispettivamente, di 812 mila euro, 754 mila e 638 mila euro.

“Da una vita conduciamo una battaglia contro chi cerca di forzare indebitamente la volontà dell’utente, attivando servizi non richiesti esplicitamente dal consumatore, che invece deve essere sempre libero di scegliere. Servirebbero sanzioni ancora maggiori perché abbiano un reale effetto dissuasivo” conclude Dona.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma