L’esperto risponde su… email phishing

Redazione UNC
29 Maggio 2018
Mi è arrivata una strana comunicazione via e-mail da un istituto bancario molto noto che mi chiede alcuni dati personali, tra cui il numero della mia carta di credito, per propormi alcuni prodotti vantaggiosi. Posso fidarmi? No, il sistema più diffuso su internet per frodare i clienti delle banche è il phishing, che ha proprio l’obiettivo di carpire i loro dati riservati. In genere il cliente riceve messaggi email apparentemente credibili e plausibili, che gli chiedono per esempio nome e cognome, identificativo e password di accesso al conto online, il numero di carta di credito, di conto corrente, della carta di identità, oppure lo invitano a cliccare su link contenuti all’interno del messaggio. Non è facile distinguere questi messaggi ingannevoli perché si presentano con i nomi e i marchi di banche e istituzioni affidabili e importanti. Nel dubbio, ricordare che le banche non chiedono mai dati per email ai propri clienti. Autore: Giuseppe Mermati Data: 29 maggio 2018
Condividi su: