Garanzia legale e garanzia convenzionale, quale differenza e quale difesa?

Spesso sentiamo parlare di “garanzie” di consumo, al plurale: sai perché? Conosci la differenza tra garanzia legale e garanzia convenzionale? E quale difesa ti assicurano l’una e l’altra?

La garanzia legale è quella (come dice la parola stessa) che deriva dalla legge (nel nostro caso parliamo del Codice del Consumo). E’ la garanzia a cui ha diritto il consumatore della durata di due anni: consente di rivolgersi al venditore (non al produttore, mi raccomando!) in tutte quelle situazioni in cui il prodotto risulta difettoso, non funzionante, difforme rispetto a quello ordinato o diverso da quello descritto nella pubblicità.

Accanto alla garanzia legale (di cui abbiamo parlato nell’articolo Garanzia post-vendita: il venditore è responsabile), il Codice del Consumo si preoccupa anche di indicare i contenuti minimi della garanzia convenzionale ulteriore: con essa il venditore e/o il produttore assumono obblighi aggiuntivi nei confronti del consumatore, ma sempre senza costi ulteriori (per intendersi è quella che il produttore di un’auto può concedere all’acquirente: “5 anni o 200 mila chilometri”).

Garanzia convenzionale, un’ulteriore tutela

Si tenga presente che il venditore, anche in presenza di tale tipo di garanzia convenzionale, rimane sempre vincolato alla garanzia legale biennale del Codice del Consumo. Insomma la garanzia convenzionale è del tutto facoltativa, in quanto è rimessa alla scelta del venditore, ma una volta pubblicizzata risulta vincolante. Da parte sua il consumatore può scegliere quale attivare, ma attenzione: una volta che hai portato il prodotto in assistenza della casa madre, c’è il rischio che il venditore non ti fornisca più la garanzia legale!

D’altro canto, la garanzia convenzionale può prevedere servizi aggiuntivi per il consumatore, come ad esempio la riparazione a domicilio del bene o la consegna di un’auto sostitutiva in caso di riparazione e può essere anche più ampia dal punto di vista temporale, ma potrebbero essere previsti dei costi a tuo carico (ad esempio di manodopera), mentre quella legale è sempre gratuita

In caso di reclamo riguardante la garanzia legale o convenzionale, quale differenza e quale difesa, i nostri esperti possono aiutarti; contattaci attraverso lo sportello prodotti difettosi sul nostro sito.

Autore: Massimiliano Dona
Data: 13 gennaio 2022

 

I commenti sono attualmente chiusi.

Zanarotti marco

Il rivenditore bracciali “fossil “sostiene che la loro garanzia è un anno…. Può farlo?

La Redazione UNC Autore articolo

No, ma se ha bisogno di assistenza può contattarci cliccando su “Hai un problema da risolvere?” sulla nostra home page. I nostri esperti le daranno maggiori informazioni!

angela

Nel caso in cui il consumatore abbia omesso di registrare on line la garanzia aggiuntiva o comunque abbia difficoltà ad effettuare la registrazione (si pensi ad una persona molto anziana, che non fa uso del pc)^ E’ necessaria, obbligatoria, la registrazione on line per la validità della garanzia aggiuntiva o è sufficiente la pubblicizzazione della stessa da parte del venditore ed ilo pagamento del prezzo da parte del costo della stessa da parte del consumatore? grazie

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.


Unione Nazionale Consumatori è membro di
TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2022 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2022 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma