RC auto: in arrivo sconti obbligatori per i guidatori virtuosi

RC_Auto_scontiSono in arrivo sconti sulle assicurazioni dell’auto per i guidatori virtuosi. Lo scorso 27 marzo, in attuazione della Legge sulla concorrenza n. 124/2017, l’Ivass (istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) ha varato il Regolamento 37/2018 con il quale sono stati definiti criteri e modalità per il riconoscimento di una serie di sconti “obbligatori” e “significativi” sulle polizze RC auto (responsabilità civile) in presenza di determinate condizioni. Gli sconti scatteranno dal prossimo 10 luglio. Da quel giorno le compagnie assicurative dovranno prevedere due tipologie di sconto: una obbligatoria, l’altra aggiuntiva. La norma prevede due tipologie di sconto, uno obbligatorio e l’altro aggiuntivo.

Lo sconto obbligatorio

Lo sconto obbligatorio, su proposta dell’impresa e previa accettazione degli assicurati, dovrà essere applicato se ricorre almeno una di queste tre condizioni:

  • se il possessore dell’auto accetta un’ispezione preventiva del suo veicolo, che verrà effettuata a spese dell’assicuratore;
  • se sul veicolo sono installati meccanismi elettronici che registrano le attività svolte a bordo dell’abitacolo, come ad esempio la scatola nera;
  • se sul veicolo sono installati meccanismi elettronici che impediscono l’avvio del motore in caso di tasso alcolemico del guidatore superiore ai limiti di legge (il cosiddetto “alcolock”);

Lo sconto aggiuntivo

Come detto, il Regolamento dell’Ivass prevede inoltre l’applicazione di uno sconto aggiuntivo che viene riconosciuto ai guidatori virtuosi. I requisiti richiesti sono tre:

  • il conducente deve aver installato – o deve essere disposto a installare – sul proprio veicolo la scatola nera;
  • negli ultimi quattro anni non deve aver provocato sinistri con responsabilità esclusiva o principale o paritaria;
  • deve risiedere in una delle province a maggiore tasso di sinistrosità e con premio medio più elevato.

Queste province sono state individuate dall’Ivass sulla base di informazioni in suo possesso e sui dati forniti da un campione di imprese che sono rappresentative del mercato assicurativo nazionale. Tra queste vi sono soprattutto province del sud Italia (ad esempio Bari, Barletta-Andria-Trani e Benevento) ma anche del nord o del centro (tra cui Genova, Bologna e Firenze). La lista dovrà essere aggiornata almeno ogni due anni. L’obiettivo è evitare che gli assicurati che non hanno mai provocato incidenti stradali siano costretti a pagare tariffe RC auto più alte rispetto a quelle che pagherebbero se fossero residenti in altri zone d’Italia dove il rischio di sinistrosità è più basso.

Quali sono gli obblighi per le compagnie assicurative?

Il Regolamento dell’Ivass indica due obblighi a cui devono attenersi le imprese di assicurazioni:

  • le imprese non potranno ridurre lo sconto facendo pagare all’assicurato i costi di installazione e gestione della scatola nera o degli altri dispositivi, che invece devono rimanere a carico dell’azienda;
  • per ciascuna delle condizioni accettate dal cliente, le imprese dovranno indicare separatamente gli sconti praticati, in valore assoluto e in percentuale rispetto al prezzo della polizza normalmente applicato.

La nostra posizione

Quanto previsto dal Regolamento dell’Ivass rappresenta certamente un passo in avanti nei confronti dei guidatori virtuosi di tutta Italia. Restano, però, le nostre critiche rispetto a quanto previsto dalla Legge sulla concorrenza:

  • il legislatore non ha fissato, come chiedeva l’UNC, una percentuale di sconto minima obbligatoria, limitandosi a parlare genericamente di sconto “significativo”. Ciò lascia troppi margini di discrezionalità alla compagnia assicurativa. L’UNC aveva chiesto uno sconto fissato per legge del 20%, visto che la scatola nera favorisce in primo luogo le compagnie, che grazie a questo sistema possono attribuire la responsabilità dell’incidente al proprio assicurato, non risarcendo il danno. Ecco perché è bene che gli automobilisti verifichino con attenzione lo sconto offerto, che è comunque certamente vantaggioso per gli automobilisti che rispettano il codice della strada alla lettera;
  • per il guidatore che risiede in una provincia ad alto rischio di sinistrosità, che ha già installato la scatola nera (o un altro dispositivo di controllo elettronico) a bordo del proprio veicolo e che negli ultimi quattro anni non ha provocato sinistri con responsabilità esclusiva o principale o paritaria, ci sarà uno sconto. Purtroppo si tratta, però, di una partita di giro. Quello sconto, infatti, sarà pagato da chi risiede nelle province più virtuose;
  • per quanto riguarda i risarcimenti in casi di sinistri subiti, viene applicata una tabella unica per tutta Italia. Al di là della condivisibile esigenza di evitare sproporzioni esagerate tra una zona all’altra, la misura implica un minore risarcimento per i consumatori;
  • infine, per ciò che concerne i testimoni di un sinistro stradale, bene il giro di vite per chi tenta di compiere delle frodi, ma aumentano i disagi per i guidatori onesti.

Autore: Rocco Bellantone, Mauro Antonelli
Data: 2 maggio 2018 

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti. I dati inseriti verranno trattati nel rispetto della normativa privacy in vigore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

*

Carla Biscottini

per i premi che devono essere corrisposti prima del 10.07.2018 si deve aspettare la prossima annualità per chiedere il riconoscimento dello sconto o si può già chiedere che si possa rettificare il premio pagato riconsiderando in dodicesimi lo sconto applicabile dal 10.07 p.v.? La mia compagnia mi ha liquidato che loro non sono pronti, non hanno per esempio nemmeno il dispositivo “alcolock” ,che probabilmente il termine del 10.7 verrà prorogato e comunque se ne parlerà alla prossima scadenza di maggio 2019.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online