ACQUISTI: zero commissioni sui micro-pagamenti, ma non sia su base volontaria.

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Bene, ma non basta adesione volontaria degli operatori. Ora tocca anche a Pagopa.

Roma, 8 ottobre 2020 – “Bene, ma non basta. L’adesione su base volontaria rischia solo di creare confusione per consumatori e commercianti” afferma l’avv. Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando la notizia che sarebbe pronto un protocollo per garantire ai commercianti zero commissioni sui micro-pagamenti con le carte fino a 5 euro, che sarebbe, però, per gli operatori, su base volontaria.

“Se davvero si vuol far partire la moneta elettronica è fondamentale azzerare, senza se e senza ma, le commissioni sui micro-pagamenti” prosegue Dona.

“Il Governo, inoltre, deve cancellare le commissioni anche per i versamenti PagoPA. E’ il colmo che proprio per i pagamenti verso la pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi si paghino balzelli anacronistici. Dovrebbero dare il buon esempio” conclude Dona.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2020 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2020 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma