ANTITRUST: istruttoria Facile.it, si faccia chiarezza sull’imparzialità dei comparatori

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Si faccia subito chiarezza! Istruttoria dell’Antitrust per pratiche commerciali scorrette nei confronti di Facile.it.

Roma, 9 febbraio 2020 – “Bene, si faccia subito chiarezza!” afferma l’avv. Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando l’avvio, da parte dell’Antitrust, di un’istruttoria nei confronti di Facile.it per pratiche commerciali scorrette.

“Questi siti comparatori sono molto utili per confrontare i prezzi e risparmiare, ovviamente a patto che non si favorisca immotivatamente un’assicurazione rispetto ad un’altra e che i criteri utilizzati siano oggettivi e imparziali. Per questo è un bene che l’Antitrust abbia avviato un’istruttoria così da poter verificare al più presto come stanno le cose” prosegue Dona.

“Ricordiamo, comunque, ai consumatori, che esistono dei comparatori on line a cura delle Authority, che, per quanto di più difficile utilizzo, danno maggiori garanzie di terzietà. Per l’rc auto, ad esempio, il Tuo Preventivatore dell’Ivass, per luce e gas il Portale Offerte di Arera che ancora deve essere migliorato, obbligando ad esempio i gestori ad inserire tutte le offerte, anche quelle proposte tramite call center o porta a porta o consentendo di paragonare le tariffe attualmente disponibili sul mercato con quella in uso al cliente, anche se vecchia” conclude Dona.

Secondo l’Antitrust, Facile.it potrebbe avere attuato due distinte pratiche commerciali scorrette, violando il Codice del Consumo, nello svolgimento dell’attività di comparazione. Si tratta, in primo luogo, di una presunta condotta ingannevole, legata sia ai prestiti personali sia alle polizze rc auto, in quanto le informazioni fornite al consumatore non indicherebbero o indicherebbero in maniera fuorviante elementi importanti per effettuare una scelta consapevole: ad esempio, le condizioni economiche dei finanziamenti pubblicizzati nel sito comparatore, la probabilità di approvazione della eventuale richiesta di prestito, i criteri e le modalità di comparazione e di definizione della classifica delle offerte messe a confronto.

Per quanto riguarda le polizze rc auto, per alcuni prodotti non verrebbe indicato che si tratta di polizze basate sul sistema del risarcimento in forma indiretta, caratterizzate da un servizio in fase di liquidazione dei danni meno efficiente. Facile.it, inoltre, favorirebbe i prodotti di Prima Assicurazioni S.p.A. a discapito degli altri intermediari assicurativi.
In secondo luogo, secondo l’Autorità, potrebbero essere potenzialmente aggressive le procedure volte a sollecitare il consumatore all’acquisto anche di una polizza assicurativa inizialmente prospettata come facoltativa o di specifici prestiti in una fase in cui il consumatore non ha ancora deciso quale prodotto scegliere.

Facile.it ha replicato che il loro operato si basa sulla totale trasparenza e tutela del consumatore e che la loro missione

è di fornire ai clienti uno strumento di comparazione che possa aiutarli a risparmiare sulle principali voci di spesa familiare; impegno che portano avanti da anni nel pieno rispetto delle normative vigenti e delle regolamentazioni delle autorità. L’azienda collabora con le autorità ed è sicura che gli accertamenti porteranno presto al chiarimento della posizione di Facile.it.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma