TELEFONIA: bene avvio procedimento Agcom contro Tim e Wind3

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

L’Agcom ha avviato un procedimento sanzionatorio contro Tim e Wind 3 sul comportamento adottato per il ripristino della cadenza mensile della fatturazione. Accolte le tesi di Unc.

Roma, 16 maggio 2018 – L’Agcom, nell’ambito dell’attività di vigilanza sul ripristino della cadenza mensile della fatturazione, ha avviato un procedimento sanzionatorio per condotta non conforme alle disposizioni di settore, con particolare riferimento all’art. 70 del Codice delle comunicazioni elettroniche, nei confronti degli operatori TIM S.p.A e Wind Tre S.p.A.

“Bene, altra vittoria per i consumatori! Accolte le nostre tesi. Non è accettabile che si comunichino variazioni contrattuali in modo poco chiaro ed incompleto, senza far capire ai clienti, ad esempio, quanto finiranno concretamente per pagare. Non basta indicare una variazione della tariffa in termini percentuali, ma va tradotta in euro e centesimi” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Se le comunicazioni inviate dalle compagnie per segnalare le modifiche contrattuali ai loro clienti non sono esaustive, insomma, si finisce per limitare il diritto di recesso, anche se questo viene formalmente ricordato” conclude Dona

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online