BANCHE: la Consob non sarà giudice arbitrati

Consob e Bankitalia non possono fare da arbitri; è necessario che ci siano i rappresentanti dei risparmiatori. Una soluzione è l’ABF.

Roma, 12 dicembre 2015 – “E’ una buona notizia che non sia la Consob a svolgere il ruolo di arbitro. Nessuno dei soggetti responsabili della mancata vigilanza, né Consob né Bankitalia, possono svolgere questo compito. In ogni caso è evidente che nell’arbitrato devono essere inseriti anche i rappresentanti delle associazioni di consumatori. Anche la voce dei risparmiatori, insomma, va sentita e deve poter intervenire nel procedimento, non solo a titolo consultivo, ma come uno dei soggetti che prenderanno la decisione finale” ha dichiarato Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori.

“In alternativa, come seconda soluzione, potrebbe essere coinvolto l’ABF, l’Arbitro Bancario e Finanziario, un organismo già funzionante ed esistente, dove, anche se non ci sono direttamente le associazioni di consumatori, ci sono, comunque, componenti nominati dal Consiglio Nazionale Consumatori Utenti (CNCU). In tal modo si eviterà di perdere tempo nella scelta dei nomi o contestazioni rispetto alle loro qualifiche e soprattutto alla loro indipendenza rispetto al sistema bancario” ha concluso Dona.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online