CALCIO: Agcom interviene su Dazn, ma senza sanzioni

Servono sanzioni! Non basta l’ordine di Agcom di intervenire contro i malfunzionamenti. Bene per i ristori, ma siano automatici e adeguati

Roma, 7 ottobre 2021 – “Servono sanzioni! Temiamo che i pur lodevoli intenti dell’Authority appaiano a Dazn come una letterina a Babbo Natale, visto che quanto intimato è per la gran parte una ripetizione del precedente atto di indirizzo già emanato, purtroppo servito a ben poco. Dazn aveva già dato precise garanzie sia all’Antitrust che all’Autorità delle Comunicazioni, ma i disagi sono proseguiti ugualmente” afferma l’avv. Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando l’ordine dell’Autorità delle Comunicazioni (Agcom) di adottare ogni comportamento rispettoso dei diritti degli utenti, adottando ogni accorgimento funzionale a prevenire i malfunzionamenti della propria piattaforma di origine del segnale televisivo trasmesso in live streaming ed implementando al contempo un servizio di assistenza clienti efficace ed efficiente, che preveda la possibilità di un contatto diretto con una persona fisica.

“Quanto all’avvio di un procedimento per definire le soglie ed i criteri per la quantificazione e la corresponsione di indennizzi nei confronti degli utenti a fronte dei disagi subiti, è una buona notizia, ma auspichiamo si chiuda il più rapidamente possibile, che il ristoro sia adeguato al grave danno subito dai tifosi e che sia dato in automatico, senza che il consumatore debba presentare una domanda” conclude Dona.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma