ENERGIA: Governo azzera oneri e taglia Iva su gas

COMUNICATO STAMPA DELL’UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI

Passo avanti, ma insufficiente. Resta stangata per famiglie: bolletta luce +112 euro, gas +158 euro

Roma, 23 settembre 2021 – “Un passo avanti del Governo, ma ancora insufficiente per evitare una stangata” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori.

Il Governo, infatti, intende, per il prossimo trimestre, azzerare gli oneri di sistema di luce e gas, e abbassare l’Iva sul gas al 5%, non solo sui primi 480 metri cubi di gas ma su tutto il consumo.

“Per la luce resta una batosta da 112 euro. L’annullamento totale degli oneri implicherebbe, infatti, una riduzione pari a 113 euro, a fronte, però, di un aumento di 225 euro per via del rialzo del 40% annunciato da Draghi. Insomma, la bolletta salirebbe, comunque, su base annua, di 112 euro, 28 euro per il prossimo trimestre” prosegue Vignola.

“Per il gas, invece, con la riduzione dell’Iva al 5% c’è un netto miglioramento rispetto a quanto annunciato in precedenza dal Governo. La bolletta con il calo dell’Iva, scenderebbe, per una famiglia tipo, di 105 euro, mentre azzerando gli oneri, arriverebbe a 878 euro, con un risparmio, grazie all’intervento del Governo, di 150 euro. Peccato che se ci fosse il rincaro prospettato da Draghi del 30%, pari a 308 euro, la mazzata finale sarebbe comunque pari, nei dodici mesi, a 158 euro” conclude Vignola.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma