RAI: incassi del canone saliti dell’8,6%

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Ora va ridotto l’importo del canone, come nel 2017. Si alzi a 8000 euro l’esenzione per i 75enni

Roma, 5 dicembre 2017 – Secondo i dati resi noti oggi dal Mef, il gettito del canone TV nei primi 10 mesi dell’anno ammonta a 1.610 milioni di euro con un incremento dell’8,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, nonostante la riduzione dell’importo del canone da 100 euro a 90.

“Bene, allora chiediamo che con un emendamento alla Legge di Bilancio sia ridotto l’importo canone Rai per il 2018” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“L’impegno assunto, infatti, era che, in caso di recupero dell’evasione, l’importo del canone sarebbe stato ridotto. La riduzione è avvenuta nel 2017 ma non è stata prevista per il 2018” prosegue Dona.

“Non solo, ma la Legge di stabilità 2016, prevedeva che le eventuali maggiori entrate per gli anni dal 2016 al 2018, fossero destinate all’ampliamento sino ad 8.000 euro della soglia reddituale di esenzione per chi ha un’età pari o superiore a 75 anni. Siamo alle porte del 2018 e ancora non è stato fatto. Una vergogna!” conclude Dona.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2017 Unione Nazionale Consumatori
© 2017 Unione Nazionale Consumatori

Non rinuciare a difenderti!

Difendere i propri diritti può essere frustrante, soprattutto se si ha di fronte una grande azienda. Ma con accanto un'associazione che ha 60 anni di esperienza nella tutela del consumatore diventa semplice.

Se hai dubbi o difficoltà ricorda che puoi sempre chiamarci allo 06 32600239. Ti risponderemo e cercheremo di risolvere insieme il tuo problema.

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida