SCIOPERO: Trenord, troppi disagi all’utenza

In caso di sciopero gli utenti vanno informati almeno 5 giorni prima, in forme adeguate.

Roma, 16 maggio 2022 – Troppi i disagi all’utenza per lo sciopero di ieri indetto dalle rappresentanze sindacali unitarie di Trenord che ha coinvolto anche passeggeri che avevano prenotato il viaggio da altre regioni.

“E’ evidente che è mancata un’adeguata e tempestiva informazione ai consumatori. Troppi sono stati lasciati in balia di loro stessi, senza alcuna assistenza e senza che sapessero dello sciopero” afferma l’avv. Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Per questo chiediamo risposte immediate a Trenord, per sapere se sono stati rispettati gli accordi in materia e la legge n. 146 del 1990, che prevede l’obbligo, per tutte le imprese erogatrici di servizi, di dare comunicazione agli utenti dello sciopero, in forme adeguate, almeno 5 giorni prima dell’inizio dell’astensione, non solo il giorno dello sciopero stesso. Inoltre, anche nei giorni festivi, va sempre garantita l’informazione necessaria ai clienti per la fruizione del livello dei servizi e l’attività di assistenza e accoglienza della clientela” conclude Dona.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di
TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2022 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2022 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma