ECONOMIA: metà spesa 80 euro a famiglie redditi medio-alti

commenta  |  pdf

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Tutti i bonus previsti, dagli 80 euro alla quattordicesima, vanno dati in base al reddito Isee

Roma, 8 novembre 2016 – Secondo l’Istat, circa i due terzi delle risorse destinate alla famiglia e infanzia sono rappresentante dal cosiddetto bonus Irpef 80 euro, ma metà di questa spesa viene erogata a famiglie con redditi medi e medio-alti.

“Questi dati confermano la bontà della richiesta dell’UNC di commisurare tutti i bonus elargiti in base al reddito Isee: dal bonus di 80 euro alla quattordicesima, dal bonus bebè a quello per gli asili nido” dichiara Massimiliano Dona, segretario dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Non è solo un fatto di giustizia sociale. Se gli aiuti vengono dati, invece che ai 4,6 mln di poveri assoluti o agli 8,3 mln di poveri relativi, a chi non ha alcun problema ad arrivare alla fine del mese, i soldi non entreranno nel circolo economico attraverso i consumi e la crescita resterà al palo” conclude Dona.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Non rinuciare a difenderti!

Difendere i propri diritti può essere frustrante, soprattutto se si ha di fronte una grande azienda. Ma con accanto un'associazione che ha 60 anni di esperienza nella tutela del consumatore diventa semplice.

Se hai dubbi o difficoltà ricorda che puoi sempre chiamarci allo 06 32600239. Ti risponderemo e cercheremo di risolvere insieme il tuo problema.

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida