TELEFONIA: nuova vittoria sui 28 giorni, il Tar conferma i rimborsi

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Il Tar del Lazio ha confermato che entro il 31 dicembre 2018 le società telefoniche dovranno restituire in bolletta i giorni illegittimamente erosi agli utenti a seguito della fatturazione a 28 giorni per la telefonia fissa. 

Roma, 2 novembre – Il Tar del Lazio ha confermato che entro il 31 dicembre 2018 le società telefoniche dovranno restituire in bolletta i giorni illegittimamente erosi agli utenti a seguito della fatturazione a 28 giorni delle offerte di telefonia fissa attuata in violazione della delibera dell’Agcom.

“Vittoria dei consumatori! Ottima notizia, accolte finalmente le nostre tesi. Ora le compagnie telefoniche la smettano di arrampicarsi sugli specchi e si decidano finalmente a restituire il maltolto ai consumatori. Le scuse stanno a zero e la pazienza è orami  finita da un bel pezzo!” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

I giudici amministrativi con questa ordinanza hanno respinto la richiesta con cui Vodafone Italia sollecitava la sospensione del provvedimento dell’Autorità delle Comunicazioni. Ora si attende lo svolgimento dell’udienza di merito fissata per il prossimo 14 novembre 2018.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online