Bolletta energia: come leggerla e presentare un reclamo

lettura bolletta

Bollette gonfiate, errori nei dati di fornitura e conguagli troppo alti sono i reclami, in materia di energia, che arrivano più frequentemente agli sportelli della nostra associazione.

Il settore dell’energia, purtroppo, è infatti sempre in cima alle classifiche dei disservizi di cui sono vittime i consumatori e il motivo è da ricondursi a due fattori:

  1. la mancata comunicazione dei dati dal distributore al venditore;
  2. le offerte commerciali, non del tutto trasparenti, del mercato libero.

In entrambi i casi, i consumatori che riscontrassero delle problematiche devono:

  1. presentare un reclamo scritto alla società di vendita con i dati anagrafici e una breve descrizione del problema;
  2. se il reclamo non ha ottenuto riscontro, si può procedere, per alcune società, con la conciliazione paritetica, da avviare con l’ausilio di un’associazione di consumatori (gli esperti dell’UNC sono a tua disposizione, contattaci allo sportello energia) o attivare una procedura di conciliazione universale presso l’Autorità per l’energia sempre, preferibilmente, con l’aiuto dei consulenti delle associazioni consumatori.

Un’altra difficoltà riscontrata da molti consumatori è la lettura della bolletta: tra dati, codici, termini tecnici e valori incomprensibili sembra un’impresa impossibile, ma ecco quali sono le informazioni fondamentali da controllare quando arriva la fattura a casa:

  1. il tipo di mercato, cioè Libero o Servizio di Maggior Tutela (per l’elettricità) e Servizio di Tutela (per il gas);
  2. la matricola del contatore per verificare che l’azienda stia fatturando sul contatore corretto;
  3. il tipo di lettura (se rilevata, comunicata dal cliente o stimata sulla base dei consumi abituali del cliente) ed il suo valore da confrontare con quanto segna il contatore;
  4. se la bolletta è di acconto o di conguaglio e il periodo di riferimento;
  5. se i pagamenti risultano regolari;
  6. gli indirizzi per il reclamo.

HAI BISOGNO DI AIUTO? CONTATTACI ALLO SPORTELLO ENERGIA

Autore: Marco Vignola
Data: 11 luglio 2018

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti. I dati inseriti verranno trattati nel rispetto della normativa privacy in vigore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

*

Raffaele

Continua la mancata indicazione del costo a KW/h. Dato essenziale per la verifica del costo in funzione dei KW/h consumati.

gianni gemma

Informazione chiara e completa, va a cozzare con la controparte fornitrice del servizio . I reclami scritti -anche via A.R. – vengono di norma ignorati. Il n. verde di norma e’ evasivo, non risolve o trova motivazioni evasive. La pessima abitudine di addebitare acconti sui consumi( spesso esagerati ) che non sono congrui con la storicita’ dei consumi utente . Unica soluzione che permette un risultato …attivare una procedura di conciliazione universale presso l’Autorità, accesso non semplice, l’utente va seguito dall’Associazione .Buon lavoro.

Diego

Tutte le fatturazioni vengono fatte alla scadenza del mese. Ho notato che da un pò di tempo, i dati della fatturazione sono quelli rilevati al 15 del mese e poi, sulle bollette successive vengono fatti i conguagli, che sono sempre incomprensibili e si basano su dati presunti e non reali. E’ ovvio che cio’ nasconde dei costi maggiori per il consumatore. Di solito questo succede per le bollette di gas e luce. Non è possibile proporre una “qualcosa” che vieti questi comportamenti?? Grazie

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online