Bolletta: come leggerla e presentare un reclamo

Redazione UNC
1 Febbraio 2021
Condividi su:
lettura bolletta Come presentare un reclamo per la bolletta elettrica e del gas per contestare contratti non richiesti, errori nei dati di consumo o in quelli di fornitura, conguagli oltre i due anni e altri disservizi purtroppo molto comuni agli sportelli della nostra associazione? HAI BISOGNO DI AIUTO? CONTATTACI ALLO SPORTELLO ENERGIA Il settore energia, purtroppo, è infatti sempre in cima alle classifiche dei disservizi di cui sono vittime i consumatori e il motivo è da ricondursi a doversi fattori:
  1. gli errori nelle comunicazioni tra distributore locale e venditori;
  2. le offerte commerciali, non del tutto trasparenti, del mercato libero;
  3. una scarsa consapevolezza dei consumatori che li rende più vulnerabili rispetto ad altri settori.

Come presentare un reclamo per la bolletta 

In tutti i casi in cui i consumatori riscontrassero delle problematiche con la bolletta elettrica o del gas devono:
  1. presentare un reclamo scritto alla società di vendita con i dati anagrafici e una breve descrizione del problema, inviandolo ai canali corretti che sono sempre presenti nelle bollette;
  2. se al reclamo non si riceve risposta entro 40 giorni solari o la risposta non è soddisfacente, si può procedere, per alcune società, tramite la conciliazione paritetica, da avviare attraverso i nostri consulenti (contattaci allo SPORTELLO ENERGIA) o attivare una procedura di conciliazione universale presso il Servizio Conciliazioni Clienti Energia  dell’ARERA, l’Autorità di regolazione del settore, sempre, preferibilmente, con l’aiuto dei nostri esperti.

Come leggere la bolletta elettrica e del gas

Un’altra difficoltà riscontrata da molti consumatori è come leggere la bolletta elettrica e del gas: tra dati, codici, termini tecnici e valori incomprensibili sembra un’impresa impossibile, ma ecco quali sono le informazioni fondamentali da controllare quando arriva la fattura a casa:
  1. il tipo di mercato, cioè Libero o Servizio di Maggior Tutela (per l’elettricità) e Servizio di Tutela (per il gas);
  2. la matricola del contatore per verificare che l’azienda stia fatturando sul contatore corretto;
  3. il tipo di lettura (se rilevata, comunicata dal cliente o stimata sulla base dei consumi abituali del cliente) ed il suo valore da confrontare con quanto segna il contatore;
  4. se la bolletta è di acconto o di conguaglio e il periodo di riferimento;
  5. se i pagamenti risultano regolari;
  6. gli indirizzi per il reclamo.
HAI BISOGNO DI AIUTO? CONTATTACI ALLO SPORTELLO ENERGIA

Autore: Marco Vignola Data: 11 luglio 2018 Aggiornamento: 1 febbraio 2021
Condividi su: