Come sospendere l’assicurazione

Redazione UNC
29 Marzo 2016
bollo-autoSe non usi l’auto con regolarità ti potrebbe capitare di sapere in anticipo che non la utilizzerai per un determinato periodo dell’anno. Nel caso in cui però tu abbia già stipulato una polizza assicurativa a validità annuale, sappi che puoi sospenderla per un certo lasso di tempo, così da non aver speso inutilmente i soldi del premio assicurativo. La procedura per bloccare la polizza non è complicata, ma in alcuni casi potrebbe essere un po’ lunga, motivo per cui ti consigliamo di muoverti con un certo anticipo (meglio almeno 1 mese prima). Ma nel concreto, come funziona la sospensione dell’assicurazione auto? Con l’aiuto degli esperti del comparatore SuperMoney cerchiamo di capire se è sempre possibile sospendere il proprio contratto assicurativo e per quanto tempo. Come sospendere l’assicurazione auto? Fare richiesta di sospensione del proprio contratto di assicurazione auto è piuttosto semplice. Ti basterà inviare una comunicazione alla tua compagnia assicurativa tramite raccomandata a/r, attenendoti alle indicazioni che troverai sul sito della società. Alcune compagnie offrono la possibilità di inoltrare tali richieste anche tramite posta elettronica, ma è sempre opportuno informarsi prima per non commettere errori. Per comodità, molte compagnie assicurative forniscono già ai propri clienti un fac-simile del modulo per la richiesta di sospensione dell’assicurazione auto. Prima di scrivere una comunicazione di tuo pugno, controlla quindi tra la modulistica presente nell’apposita sezione sul sito della tua compagnia assicurativa che non via sia già un modello precompilato. Nella comunicazione dovrai indicare chiaramente la tua volontà di sospendere la polizza rc auto, specificando le date di inizio e fine del periodo di “congelamento” della copertura. Inoltre, la prassi prevede che tu dichiari anche di essere consapevole del fatto che, una volta che la sospensione sarà attiva, non potrai circolare liberamente per strada con la tua auto o lasciarla parcheggiata in aree pubbliche. La richiesta dovrà ovviamente contenere le tue generalità, ma anche tutti i dati relativi alla polizza che desideri bloccare. Unitamente alla richiesta di sospensione dovrai anche restituire il Certificato di Assicurazione e l’eventuale Carta Verde necessaria per la circolazione all’estero. A questo punto la tua compagnia assicurativa ti invierà un modulo da restituire compilato e firmato, con il quale dovrai sottoscrivere la data di inizio della sospensione. A partire da quel giorno il tuo veicolo sarà privo della copertura rca obbligatoria per la circolazione, di conseguenza non potrai utilizzarlo per nessun motivo fino a che non avrai riattivato la polizza. È sempre possibile sospendere la polizza auto? La Legge garantisce la possibilità di bloccare la propria polizza auto per un certo periodo di tempo, ma sono poi le singole compagnie a stabilire i limiti temporali. Ad esempio, molte società concedono la sospensione solo se l’assicurazione ha più di 3 mesi di validità residua. Allo stesso modo, sono sempre le compagnie a decidere per quanto tempo si può sospendere la polizza. In ogni caso, tutte queste informazioni le puoi trovare nel contratto di assicurazione, motivo in più per leggerlo con particolare attenzione prima di sottoscriverlo. Quanto costa bloccare l’assicurazione auto? Anche questo aspetto è a discrezione delle singole compagnie. In alcuni casi la sospensione è completamente gratuita, mentre in altri occorre preventivare un piccolo sovrapprezzo al momento della stipula della polizza per poter beneficiare di questa possibilità in futuro. Altre società ancora richiedono un pagamento forfait per sospensione riattivazione, ma parliamo comunque di cifre contenute che si aggirano intorno ai 20 o 30€. Come riattivare l’assicurazione dopo la sospensione? Per poter tornare a circolare con la tua auto dovrai inviare un’altra comunicazione alla tua compagnia, sempre tramite raccomandata a/r e indicando la data a partire dalla quale vorresti riattivare la polizza. Come per la sospensione, anche in questo caso la riattivazione è da ritenersi valida solo dopo che la compagnia ti avrà dato conferma della ricezione della tua comunicazione. Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data: 29 marzo 2016
Condividi su: