Osteoporosi: 10 idee smart per prevenirla

Cosa accomuna il 33% delle donne e il 20% degli uomini italiani over 50? L’osteoporosi, una delle patologie più comuni tra la popolazione (con ben 5 milioni di casi diagnosticati) e anche una di quelle in costante aumento. Un’avanzata silenziosa su cui riaccende ogni anno i riflettori la Giornata mondiale dell’osteoporosi, che si celebra il 20 ottobre e che è stata voluta dall’OMS proprio per richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica su questa diffusa patologia e sull’importanza della prevenzione.

Sono due gli “ingredienti” della ricetta ufficiale per prevenire l’osteoporosi: corretta alimentazione e regolare attività fisica. Ma in Italia lo scenario è preoccupante: gli italiani sono molto sedentari e nella loro dieta non c’è abbastanza calcio, il minerale anti-osteoporosi per eccellenza.

Inoltre, la moda delle diete sbilanciate, l’eccessivo consumo di prodotti integrali, di caffè, tè e alcolici, l’eccesso di sale, la ricerca di acqua a basso contenuto di sali minerali, e i bassi consumi di prodotti lattiero-caseari stanno peggiorando la situazione e stanno accrescendo il rischio di osteoporosi.

Un’efficace strategia di prevenzione dell’osteoporosi non può prescindere, dunque, dalla corretta alimentazione, dall’assunzione di acqua ricca di sali di calcio  con la giusta quantità di prodotti lattiero-caseari.

5 VALIDI MOTIVI PER CUI I PRODOTTI LATTIERO-CASEARI  SONO FONDAMENTALI NELLA PREVENZIONE DELL’OSTEOPOROSI

  1. I prodotti lattiero-caseari, insieme all’acqua, sono la più importante fonte alimentare di calcio, il minerale anti-osteoporosi per eccellenza. Invece, quando con la dieta non si assume abbastanza calcio, l’organismo lo va a “pescare” nelle ossa, rendendole così più fragili.
  1. I prodotti lattiero-caseari apportano un calcio dall’elevata biodisponibilità, molto più facile da assimilare rispetto a quello presente negli alimenti vegetali. Merito del rapporto ottimale tra calcio e fosforo, dell’assenza di antinutrienti (come l’acido fitico), presente in molti ortaggi, come spinaci e pomodori, e nei legumi) e della presenza di vitamina D che ne facilita l’assorbimento osseo.
  1. I prodotti lattiero-caseari sono indispensabili per “farsi le ossa”, perché permettono il corretto sviluppo dello scheletro e la crescita. Consumarne pochi oppure eliminarli dall’alimentazione, in gravidanza o durante la crescita, può compromettere lo stato di nutrizione, provocando deficit di molte sostanze (come fosforo, magnesio, zinco, vitamina A, riboflavina, vitamina B12) e avere ripercussioni negative sulla salute.
  1. I prodotti lattiero-caseari sono un’importante fonte di proteine di alta qualità, indispensabili per la salute ossea, e senza effetti negativi collaterali. Lo si evince dal documento di consenso elaborato da ESCEO (The European Society for Clinical and EconomicAspects of Osteoporosis, Osteoarthritis and MusculoskeletalDiseases) e IOF (International Osteoporosis Foundation) che, dopo una revisione sistematica della letteratura, ha sottolineato i benefici sulla salute scheletrica di un adeguato introito dietetico di proteine di qualunque origine e la mancanza di evidenze che il carico acido derivante dal consumo di proteine, specialmente animali, sia associato a un aumentato rischio di osteoporosi o frattura, come spesso invece paventato dai detrattori del latte vaccino.
  1. Lo yogurt aiuta a combattere i disturbi gastrointestinali che possono aumentare il rischio di carenze di calcio, di osteoporosi e di fratture, soprattutto in chi soffre di intolleranze alimentari. La celiachia e altri disturbi a carico dell’apparato gastrointestinale possono causare problemi nell’assorbimento dei nutrienti contenuti negli alimenti. Questo predispone a maggiori rischi di deficit di calcio e aumenta quindi il rischio di osteoporosi e di fratture. In queste situazioni lo yogurt si rivela un alimento molto utile, perché, essendo ben accettato dall’organismo, garantisce un adeguato apporto di calcio e di vitamina D anche a chi soffre di intolleranze alimentari.

Ma come inserire i latticini in una corretta alimentazione e rispettare le 3 porzioni giornaliere di latte o yogurt e le 3 porzioni settimanali di formaggi suggerite dalle Linee guida per una sana alimentazione italiana? Oltre alle modalità classiche di consumo (come fare colazione con latte o yogurt, scegliere come snack un bicchiere di latte o uno yogurt da bere, pranzare con un piatto di formaggi)

10 SOLUZIONI SMART PER ASSUMERE PIÙ CALCIO OGNI GIORNO

  1. Mettere 125 ml di latte nel frullato di frutta fresca → 150 mg di calcio
  2. Condire la pasta con 2 cucchia di robiola → 176 mg di calcio
  3. Accompagnare la bistecca con 3 cucchiai di salsa allo yogurt → 85 mg di calcio
  4. Farcire il panino al prosciutto crudo con 60 g di formaggio spalmabile → 66 mg di calcio
  5. Spolverare 1 cucchiaio di grana sulla pasta → 117 mg di calcio
  6. Aggiungere 1 vasetto di yogurt all’insalata di frutti di bosco → 120 mg di calcio
  7. Completare l’insalata di pomodori con 30 g di mozzarella a dadini → 105 mg di calcio
  8. Insaporire le verdure alla griglia con 30 g di scamorza a fettine → 154 mg di calcio
  9. Gustare l’aperitivo con un bocconcino da 30 g di pecorino → 182 mg di calcio
  10. Arricchire l’insalata di riso con 30 g di provolone → 216 mg di calcio

Autore: Unione Nazionale Consumatori in collaborazione con Assolatte
Data: 18 dicembre 2019

 

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2020 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2020 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma

Vuoi l’offerta di luce e gas più conveniente ed essere sempre tutelato?