Internet, a cosa servono i bollini dell’Agcom

Internet_fibra

Tre bollini di colore diverso per classificare le connessioni a internet e tutelare così i consumatori dal rischio di cadere nelle trappole tese dalle pubblicità ingannevoli. L’obbligo per gli operatori è stato introdotto da Agcom, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. I colori scelti, che dovranno essere indicati in modo chiaro sia nelle comunicazioni commerciali che nei contratti di vendita sottoposti ai clienti, sono quelli del semaforo: il bollino verde con la lettera ‘F’ al centro e la parola ‘fibra’ sotto per la fibra ultraveloce; il bollino giallo con le lettere ‘FR’ e la scritta ‘fibra mista rame’ o ‘fibra mista radio’ per la connessione mista; il bollino rosso con la lettera ‘R’ e la scritta ‘rame’ per la connessione in rame. Chi non rispetta la ‘segnaletica’ incorrerà in pene e sanzioni.

Bollino verde

Come detto, nel semaforo ideato da Agcom il colore verde e la lettera ‘F’ contraddistinguono le offerte di connessioni a internet con fibra ottica. Ciò significa che il servizio offerto dall’operatore si poggia esclusivamente su architetture FTTH/FFTB, acronimo che sta per Fibra Fiber-To-The-Home, vale a dire fibra fino a casa. Si tratta in pratica della rete a banda ultralarga: l’intera tratta della fornitura della connessione, dunque dalla centrale fino all’abitazione del cliente, è coperta da fibra ottica. Questo servizio garantisce di avere il massimo della velocità e la minor caduta di segnale.

Bollino giallo

Il bollino giallo indica le connessioni con fibra mista-rame o fibra mista-radio. Ciò significa che l’operatore nelle sue comunicazioni commerciali non può ricorre al termine ‘fibra’ in quanto i servizi che eroga non si poggiano su architetture FTTH bensì FTTN (Fiber To The Node per la fibra mista-rame) o FWA+ (Fixed Wireless Access per la fibra mista-radio).

Nello specifico, la rete fibra mista-rame è un’evoluzione della tradizionale rete in rame Adsl. Questa rete a banda ultralarga è realizzata con tecnologia FTTC (Fiber to the Cabinet), in quanto il cavo in fibra arriva fino alla cabina di distribuzione in strada e non direttamente fino all’abitazione del cliente, mentre il tratto fino all’abitazione è invece in rame.

Per ciò che concerne invece la rete fibra mista-radio, essa è realizzata con tecnologia FTTA (Fiber to the Antenna). Di conseguenza, il cavo in fibra arriva fino alla stazione radio base da dove viene emesso il segnale senza fili per raggiungere il terminale nell’abitazione del cliente. È un tipo di connessione che copre soprattutto le zone sub-urbane, montane, rurali o a bassa densità abitativa dove non arrivano le reti cablate. L’affidabilità della connessione dipende dalla copertura del segnale e dal fatto che non venga disturbata la visibilità ottica dell’antenna. Per tutti questi motivi l’operatore che vende questo tipo di connessione non può in nessun caso usare il termine ‘fibra’ nelle sue comunicazioni commerciali.

Bollino rosso

La rete in rame, infine, rappresenta il vecchio accesso alla rete con ADSL. Utilizza la tecnologia FTTE (Fiber to the Exchange, ‘fibra fino allo scambio’): il cavo in fibra alimenta la spina dorsale della rete non andando oltre la centrale della rete locale, il resto della tratta fino all’abitazione del cliente è coperto in rame. La qualità del servizio dipende dalla distanza tra la casa e la centrale. Anche in questo caso, ovviamente, l’operatore che vende questo tipo di servizio non può utilizzare il termine ‘fibra’.

Quali sono i vantaggi per i consumatori?

I bollini di diverso colore a cui da ora in avanti dovranno attenersi gli operatori che vendono connessioni a internet rappresentano certamente una tutela in più per i consumatori. In questo modo, infatti, il cliente avrà chiaro sia di fronte a una pubblicità che a un contratto che tipo di connessione sta per acquistare, se si tratta realmente di un servizio coperto da fibra e quale velocità può realmente raggiungere. Si tratta di informazioni necessarie che consentiranno a tutti di poter scegliere in modo più consapevole tra le varie offerte, ed evitare così di ritrovarsi a casa una connessione che non corrisponde a ciò che intendevano comprare.

HAI BISOGNO DEL NOSTRO AIUTO? CONTATTACI ALLO SPORTELLO TELEFONIA

Autore: Rocco Bellantone
Data: 12 marzo 2019

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti. I dati inseriti verranno trattati nel rispetto della normativa privacy in vigore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

*

Avatar
Vito

Più che chiederci a cosa servono i bollini, dovremmo chiederci a cosa serve AGCOM, se pensa che un consumatore possa comprendere questa ottica semaforica da addetti ai lavori.
Perché non ci indica a chi rivolgerci per fare reclamo, e una volta ricevuto un reclamo, qualcuno lo gestisca a difesa del consumatore. Invece, si continua a parlare di massimi sistemi, affinché i predatori possano continuare a tiranneggiare i singoli utenti.
Peggio di così, non potevamo ridurci! Bravi continuate così!

Potrebbe interessarti anche...
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2019 Unione Nazionale Consumatori
© 2019 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online