SALUTE: fumo, serve aumento accise

Giornata mondiale senza tabacco: salgono i fumatori e triplicano quelli di fumo alternativo. Vanno aumentate accise

Roma, 31 maggio 2022 – “Anche se nessuno ne sta parlando, oggi è la Giornata mondiale senza tabacco. In Italia fumiamo troppo.  Sono aumentati i fumatori tradizionali ma sono anche triplicati i fumatori di fumo alternativo forse pensando, condizionati da qualche influencer, che la cosa sia molto di moda e soprattutto che non faccia male alla salute. Invece anche sigaretta elettronica e tabacco riscaldato fanno male alla nostra salute e i produttori di tabacco hanno trovato un ottimo modo per far cominciare a fumare anche gli adolescenti. Questa è una cosa scandalosa. Si tollera ancora troppa pubblicità indiretta nel nostro Paese di un prodotto che è dannoso per la salute.” afferma l’avv. Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. 

“Il ministro della Salute Speranza non sta facendo nulla per contrastare il fumo. Dopo il vergognoso emendamento al dl Milleproroghe che ha congelato l’aumento del 5% delle accise sulle sigarette elettroniche per tutto il 2022, non si è più cercato di tornare sulla retta via. Aumentare seriamente la tassazione sul tabacco è utile per ridurre i consumi, disincentiva l’iniziazione al fumo soprattutto tra i giovani e consente di recuperare risorse economiche certo utili a finanziare il nostro sistema sanitario, potenziando i servizi di prevenzione e di educazione” conclude Dona.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di
TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2022 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2022 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma