TRASPORTI: Trenitalia accoglie richiesta Unc

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Rimborso integrale anche per i ritardi superiori a 3 ore.  Stazione Termini in tilt per mancanza di posti a sedere.

Roma, 22 luglio 2019 – “Trenitalia ci ha comunicato che non solo rimborserà, come già annunciato, il biglietto integrale a chi rinuncerà al viaggio, ma che, come richiesto dall’Unione Nazionale Consumatori, in deroga al Regolamento (CE) n. 1371/2007, darà un indennizzo pari al 100% del prezzo del biglietto nel caso di ritardi superiori ai 180 minuti” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Una nostra vittoria! Un segno di attenzione agli utenti che apprezziamo. Ora chiediamo che anche Italo faccia altrettanto” prosegue Dona.

“I disagi sono talmente gravi e straordinari, infatti, che è giusto indennizzare adeguatamente i consumatori, senza avvalersi di cavilli o cercare di opporsi sostenendo che il ritardo è imputabile a circostanze esterne all’esercizio ferroviario che il trasportatore non poteva evitare” prosegue Dona.

“Inaccettabile invece la situazione alla Stazione Termini, unica stazione ferroviaria in Italia che ha solo una decina di posti a sedere, salvo uno si rechi al bar o al ristorante. Non è tollerabile che le persone siano costrette a restare in piedi per ore” conclude Dona.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2019 Unione Nazionale Consumatori
© 2019 Unione Nazionale Consumatori

Scarica l'ebook
"Prodotti difettosi"