SicurInsieme: tutte le risposte sul nostro gruppo d’acquisto per luce e gas

gruppo d'acquisto consumatori

SicurInsieme il primo gruppo d’acquisto di luce e gas di Unione Nazionale Consumatori

Ecco le risposte per approfondire tutti gli aspetti del gruppo d’acquisto luce e gas SicurInsieme.

 

Cosa è un gruppo d’acquisto?

Il Gruppo di Acquisto (GdA) nasce per permettere ad un gruppo di consumatori di acquistare l’energia (luce e gas) a condizioni favorevoli negoziate direttamente con il fornitore, curando, oltre l’aspetto economico, anche i servizi.

La scelta del fornitore per il gruppo di acquisto avviene tramite un’asta, organizzata da Unione Nazionale Consumatori e Selectra, proposta ad un numero ristretto di società di vendita preventivamente selezionate.

 

Come è nato SicurInsieme?

SicurInsieme è nato dalla collaborazione tra l’Unione Nazionale Consumatori e Selectra per aiutare i consumatori ad un passaggio sicuro e conveniente dal servizio di maggior tutela (che terminerà il 1° gennaio 2023) alle tariffe del mercato libero o al cambio del proprio fornitore del mercato libero.

SicurInsieme nasce per tutelare i consumatori, aiutandoli a muovere i primi passi nel mercato libero a condizioni economiche concordate vantaggiose, con la giusta assistenza e con una forte attenzione per l’ambiente.

 

Come è regolato il rapporto tra Unione Nazionale Consumatori e Selectra?

Il rapporto tra Unione Nazionale Consumatori e Selectra è nato nel 2019 per far fronte alla crescente insicurezza dei consumatori, che si trovano spesso dinanzi offerte e servizi confusionari, assistenza carente e fatturazioni poco chiare ed è stato definito in un protocollo d’intesa che potete leggere qui.

 

Quali sono i ruoli di Unione Nazionale Consumatori e di Selectra nel GdA?

L’Unione Nazionale Consumatori, prima Associazione Consumatori nata in Italia, dal 1955 è al fianco del consumatore per tutelarlo e accompagnarlo nelle scelte di consumo sia on-line tramite il sito consumatori.it che con le sue sedi dislocate in tutta Italia.

Selectra Italia da anni si impegna a garantire la comparazione tra le offerte Luce Gas per il consumatore, studiandone le abitudini e suggerendo l’offerta più adatta ai bisogni di ognuno.

 

Come si è svolta l’asta tra i fornitori?

L’asta di SicurInsieme è stata strutturata “su invito”: solo un ristretto numero delle centinaia di aziende che operano nel settore, selezionate da UNC e Selectra, sono state invitate a partecipare alla gara. Tutte le aziende invitate hanno proposto un’offerta alle condizioni di prezzo e servizio previsti dal bando. Queste condizioni sono state inserite per garantire che il consumatore non solo risparmi sulla bolletta, ma che ottenga anche un servizio di assistenza chiaro e veloce, una fatturazione trasparente e tutti i servizi di cui ha bisogno.

 

Quale fornitore si è aggiudicato l’asta?

Il fornitore selezionato per la prima edizione di SicurInsieme è Illumia

 

Ho letto che è stato aperto in AGCM un procedimento su diversi operatori, cosa significa? Qual è la posizione di UNC?

Ogni procedimento aperto dall’AGCM è utile a fare chiarezza e a migliorare il mercato, e certo sarebbe meglio, come abbiamo sempre denunciato, alzare il tetto alle sanzioni massime che l’Autorità può comminare, dato che molto spesso non rappresentano un vero deterrente. Anche in questo caso, quindi, abbiamo espresso la nostra approvazione e aspettiamo che il procedimento si chiuda e che l’AGCM decida in merito. A maggior ragione, quindi, riteniamo che la via intrapresa attraverso il nostro Gruppo d’acquisto vada nella giusta direzione visto che, come richiesto a tutte le aziende che hanno partecipato all’asta, l’offerta dedicata al gruppo d’acquisto non può contenere null’altro rispetto a quanto previsto dalla regolazione vigente dell’ARERA per il mercato di tutela e che l’unica componente che può variare, e che l’azienda concorda con il gruppo, è la quota energia.

 

Quali sono le caratteristiche dell’offerta che si è aggiudicata l’asta?

Coloro che hanno sottoscritto l’offerta potranno godere di tutti gli innovativi vantaggi che caratterizzano il nostro Gruppo d’Acquisto:

  • una struttura di prezzo conveniente e concordata sulla base delle indicazioni degli organizzatori del Gruppo; 
  • l’assistenza UNC: aderendo all’offerta si diventa soci UNC con la garanzia della nostra assistenza qualificata attraverso i canali dedicati che il fornitore ha messo a nostra disposizione per la gestione delle eventuali problematiche più complesse, sarà quindi UNC a dialogare direttamente con l’azienda per conto degli aderenti;
  • una fornitura luce e gas 100% green: tutta l’energia elettrica deriva esclusivamente da fonti rinnovabili e per quanto riguarda i consumi gas l’offerta prevede sistemi di compensazione delle emissioni di CO2;
  • un rapporto di lungo periodo: altro aspetto innovativo di SicurInsieme è la durata e creare un rapporto consolidato e duraturo. Per questo motivo durante il primo anno di fornitura verrà già valutata la possibile prosecuzione del rapporto a condizioni, non esclusivamente economiche, migliorative. Nel caso si raggiungesse un nuovo accordo il fornitore verrà riconfermato per il nuovo anno sia per chi ha già aderito a SicurInsieme che per tutti i nuovi aderenti;
  • formazione e consapevolezza: durante tutto il periodo di attività di SicurInsieme , e soprattutto durante il periodo di fornitura, gli aderenti al gruppo riceveranno delle comunicazioni mirate con l’obiettivo di aumentarne la consapevolezza, imparare a gestire correttamente la propria fornitura e diventare più efficienti riguardo i propri consumi energetici

 

Chi può sottoscrivere l’offerta?

Tutti i consumatori interessati, sia domestici che non.

 

L’adesione SicurInsieme e la sottoscrizione dell’offerta ha dei costi?

L’adesione al gruppo e la sottoscrizione dell’offerta che si è aggiudica l’asta non prevede alcun costo aggiuntivo.

 

Qual è il risparmio effettivo con l’offerta luce e gas concordata da SicurInsieme?

Il risparmio economico dell’offerta dipende dalla tipologia di utenza e dai consumi. E’ possibile un calcolo preciso utilizzando lo strumento ufficiale previsto dal’ARERA (l’Autorità di regolazione di settore), il Portale Offerte, ma ci teniamo a precisare che, il prezzo, non è l’unico aspetto che abbiamo considerato nella scelta del fornitore e nel concordare l’offerta, sappiamo, dal costante ascolto dei consumatori, quanto sia più importante avere una gestione sicura del contratto e l’attenzione per l’ambiente.

 

Si può aderire da tutta Italia?

Sì.L’offerta per SicurInsieme è disponibile su tutto il territorio italiano.

 

Ho diverse abitazioni, posso partecipare con tutte?

Sì. Sarà sufficiente in fase di sottoscrizione attivare un contratto per ogni immobile per il quale si vuole attivare l’offerta.

 

E’ prevista un’assistenza in fase di adesione?

Sì. Abbiamo un servizio clienti che saprà rispondere ad ogni domanda, con l’obiettivo che l’interesse del singolo consumatore sia sempre rispettato. Per qualsiasi informazione potete scrivere a energia@consumatori.it.

 

Perché divento socio dell’Unione Nazionale Consumatori?

Sottoscrivendo l’offerta concordata nell’ambito di SicurInsieme si diventa soci di Unione Nazionale Consumatori. Questo consentirà agli iscritti di ricevere costantemente informazioni, continuare a rimanere aggiornati sulle attività del gruppo di acquisto e di essere assistiti dai consulenti di UNC in caso di problematiche che dovessero sorgere con il fornitore che si è aggiudicato l’asta! Una ulteriore garanzia!

 

Non sono un consumatore domestico, posso iscrivermi ugualmente?

Sì. Le piccole e medie imprese possono partecipare al gruppo d’acquisto dedicato a condizione di rispettare i vincoli dettati dall’ARERA. 

 

I miei dati personali sono protetti? Saranno utilizzati per altri scopi?

I dati sono protetti secondo le norme sulla Privacy e verranno utilizzati esclusivamente per la definizione dell’offerta migliore. I dati non verranno resi pubblici né utilizzati per ulteriori attività, salvo quelle strettamente correlate alla partecipazione al GdA.

 

Come funziona la sottoscrizione?

Nella fase di sottoscrizione verranno chiesti i dati minimi standard necessari (nome, cognome, indirizzo, email, cellulare, POD per l’elettricità, PDR per il gas, IBAN per il RID bancario). 

 

Come funziona SicurInsieme?

SicurInsieme ha come obiettivo quello di aiutare il consumatore ad orientarsi nel mercato libero con un’offerta dedicata, sicura e con una struttura concordata, che sarà rinegoziata da Unione Nazionale Consumatori e Selectra di anno in anno per garantire sempre condizioni favorevoli e certe per i consumatori.

 

Ho cambiato da poco fornitore, posso comunque accettare l’offerta che si è aggiudicata l’asta?

Si, si può comunque accettare l’offerta poiché è possibile cambiare fornitore gratuitamente in qualsiasi momento.

 

Secondo quali criteri avete scelto l’offerta migliore?

Il fornitore è stato valutato in base a diversi parametri: il prezzo, la gestione delle utenze, l’assistenza clienti, la propensione al green e alla digitalizzazione, ma anche in base ai servizi extra proposti. I parametri per assegnazione punteggi sono consultabili nel regolamento.

 

Ho già un contratto nel Mercato Libero, ma sono comunque interessato a partecipare a SicurInsieme. Posso sottoscrivere l’offerta ugualmente? Devo annullare l’offerta esistente o ci pensate voi?

Sì. SicurInsieme è aperto a tutti, anche per coloro che hanno già sottoscritto un’offerta nel mercato libero. Non ci sarà bisogno di preoccuparsi di nulla: il cambio di fornitura verrà seguito dal fornitore vincitore dell’asta. In qualsiasi momento è possibile cambiare contratto di fornitura gratuitamente e, secondo il codice del consumo, si ha anche il diritto di ripensamento per i primi 14 giorni dalla sottoscrizione.

 

Per quanto tempo sarà valida l’offerta?

Fino a luglio 2021, l’offerta sarà a prezzo bloccato per 12 mesi e quindi le condizioni rimarranno queste per tutto il primo anno di fornitura. Da luglio 2021 concorderemo con il fornitore una nuova offerta secondo gli standard di SicurInsieme, e, nel caso non dovesse soddisfare i criteri migliorativi previsti, UNC e Selectra riapriranno l’asta per trovare un altro fornitore che li soddisfi. La nuova struttura dell’offerta, quasi certamente, sarà legata ai prezzi all’ingrosso (ad esempio per l’elettricità indice sarà il PUN – Prezzo Unico Nazionale) per continuare a mantenere un prezzo conveniente e una struttura semplice e paragonabile a quella del Servizio di Maggior Tutela.

 

Il GdA rimarrà attivo anche al termine della validità dell’offerta?

L’offerta sarà disponibile soltanto per un periodo limitato indicato, mentre il gruppo di acquisto rimarrà attivo per tutelare il consumatore. Dopo un periodo specificato si apriranno nuovamente le sottoscrizioni e si potrà accedere a nuove offerte. Orientativamente le nuove offerte seguono gli aggiornamenti trimestrali dell’ARERA (l’Autorità di regolazione del settore).

 

SicurInsieme punta a salvaguardare l’ambiente?

Assolutamente sì. SicurInsieme ha come obiettivo la riduzione degli sprechi e una maggiore consapevolezza ecologica: per questo motivo l’energia elettrica sarà 100% prodotta da fonti rinnovabili e per quanto riguarda il gas è prevista la compensazione delle emissioni di CO2. Saranno previste offerte accessorie legate al risparmio e all’efficienza energetica e gli aderenti saranno costantemente aggiornati ed educati su buone pratiche di risparmio ed uso efficiente dell’energia.

 

In che modo l’offerta supporta i produttori italiani di energia rinnovabile?

SicurInsieme si impegna ad assicurare che la fornitura di energia sia da fonti 100% rinnovabili, riducendo le emissioni di CO2 sul territorio.

 

Posso cambiare idea dopo la sottoscrizione del contratto?

Assolutamente sì. Come previsto dal codice del consumo, si hanno 14 giorni di tempo per annullare la sottoscrizione del contratto facendo valere il “Diritto di ripensamento”.

 

Sono già cliente del fornitore che si è aggiudicata l’asta. Posso comunque aderire a SicurInsieme

Assolutamente sì. In questo caso si rimarrà clienti del proprio fornitore ma cambieranno le condizioni ed il prezzo della fornitura secondo quanto concordato dal GdA.

 

L’offerta è vincolante  per un anno?

Assolutamente no! Le offerte nel settore energia non hanno vincoli temporali, si può cambiare fornitore in qualsiasi momento senza alcun costo. In caso di prezzo bloccato sarà questo a non variare per il periodo previsto (12 mesi), ovviamente questo vale per il prezzo della componente energia per la luce e per il gas che. Al termine delle condizioni contrattuali il consumatore, se vorrà, potrà continuare a mantenere attivo il contratto o cambiare fornitore.

 

Ho aderito a SicurInsieme e sottoscritto l’offerta da diverso tempo, oggi ho ricevuto una comunicazione di “Variazione unilaterale del contratto”, che significa? 

La regolazione vigente prevede che, nel caso di variazioni delle condizioni contrattuali, queste debbano essere comunicate obbligatoriamente, preventivamente e chiaramente almeno tre mesi prima dell’entrata in vigore delle nuove condizioni. Considerando che la tipologia di offerta del primo anno sdi SicurInsieme prevede un prezzo bloccato per 12 mesi al nono mese si riceve questa comunicazione. Le nuove condizioni saranno quelle valide per tutti gli aderenti al Gruppo, sia i vecchi che tutti i nuovi, e avranno come struttura una variabile con il prezzo all’ingrosso (ad esempio per l’elettricità l’indice sarà il PUN – Prezzo Unico Nazionale) per continuare a mantenere un prezzo conveniente e una struttura semplice e paragonabile al Servizio di Maggior Tutela.

Altre FAQ per questo argomento le trovi alla fine di questo articolo.

 

Come faccio a disdire dal mio vecchio fornitore?

Non è necessario inviare alcuna comunicazione al vecchio fornitore, infatti nel momento in cui si sottoscriverà il contratto sarà la stessa Illumia a comunicare al distributore locale la richiesta di passaggio e quest’ultimo a comunicare al vecchio fornitore la data e la lettura di chiusura del vecchio contratto. Chi aderisce all’offerta deve solo controllare che il vecchio fornitore chiuda la fatturazione nei tempi e nei modi corretti. In caso contrario potrà richiedere la nostra assistenza a energia@consumatori.it

 

Quale tariffa è applicata a tutti gli altri costi che compongono una bolletta della luce e del gas?

L’unico prezzo esposto è quello della componente energia perché, come prevede la norma, è l’unico su cui il fornitore può intervenire modificandolo. Tutte le altre componenti sono fissate dall’ARERA e dallo Stato e non cambiano né tra mercati (Libero o di Tutela) né tra gli operatori del mercato libero. Un confronto preciso sulla stima di prezzo può essere fato attraverso il Portale Offerte https://www.ilportaleofferte.it/portaleOfferte/ , nel quale è anche presente l’offerta del Gruppo, e la scheda di comparabilità delle Offerte che è presente, obbligatoriamente come previsto dalla normativa, nella documentazione precontrattuale.

 

Esistono limiti di consumo oltre i quali i prezzi stabiliti nell’offerta possono subire variazioni?

Non ci sono limiti di scaglioni di consumo, il prezzo della componente energia vale per la totalità dei volumi consumati.

 

Quanto tempo occorre per il passaggio dall’attuale fornitore a Illumia?

La tempistica del cambio dipende dalle verifiche e dalle tempistiche determinate dal Sistema Informativo Integrato che gestisce le anagrafiche di tutti i punti di fornitura e dal distributore locale, solitamente ci vogliono 1/2 mesi per la luce e1/3 mesi per il gas.

 

Le bollette ogni quanto tempo arrivano? 

La periodicità di fatturazione è bimestrale per l’elettricità e mensile per il gas.

 

Come mai l’offerta non figura tra le più convenienti sul Portale Offerte di Arera?

Ci sono offerte di altri operatori presenti sul Portale Offerte https://www.ilportaleofferte.it/portaleOfferte/  con una stima di spesa annua più bassa, perché il prezzo non è l’unico elemento che è stato valutato nella scelta del fornitore e, dal nostro punto di vista, nemmeno il più importante. Il nostro Gruppo d’Acquisto ha come altre caratteristiche peculiari: l’assistenza dedicata in caso di controversie attraverso lo sportello energia nazionale della nostra Unione, una fornitura (sia luce che gas) 100% verde, una prospettiva di lungo periodo con la ricontrattazione dell’offerta e dei servizi annessi a fine anno, un piano di comunicazione e di formazione degli aderenti durante tutta la fornitura per educare ad una maggiore consapevolezza sulle tematiche energetiche.

 

Che condizioni economiche sono previste per i clienti che hanno una potenza impegnata superiore a 3 kW

Il prezzo dell’offerta viene applicato all’energia elettrica prelevata, è quindi riferito alla sola componente energia. Le componenti che variano al variare della potenza impegnata vengono corrisposti al distributore locale e non cambiano né tra mercati (Libero o di Tutela) né tra gli operatori del mercato libero. Un confronto preciso sulla stima di prezzo può essere fatto attraverso il Portale Offerte https://www.ilportaleofferte.it/portaleOfferte/ , nel quale è anche presente l’offerta del Gruppo, e la scheda di comparabilità delle Offerte che è presente, obbligatoriamente come previsto dalla normativa, nella documentazione precontrattuale.

 

A seguito del cambio di fornitore, le rate del canone Rai sono automaticamente incluse dal nuovo fornitore o bisogna effettuare una qualche comunicazione all’erario o altra procedura?

Una volta effettuato il passaggio, le rate residue verranno applicate dal nuovo fornitore senza alcuna necessità di comunicazione all’Agenzia delle Entrate. L’importante è che si selezioni un contratto da residente.

 

Altre FAQ sulla comunicazione di variazione unilaterale di contatto

 

Ho veramente solo 15 giorni per rifiutarla? Cosa succede se disdico / non disdico?

Il termine di 15 giorni per il recesso non è un termine perentorio. Nel mercato luce e gas si può sempre recedere dal contratto. Inviando la comunicazione di recesso per quanto riguarda la fornitura luce si verrebbe traferiti al servizio di maggior tutela (e quindi all’azienda che localmente lo gestisce) per quanto riguarda invece il gas al Fornitore di ultima istanza e in questo caso si dovrebbe poi scegliere un nuovo fornitore nel libero. Ecco perché la comunicazione di variazione unilaterale viene inviata con così ampio preavviso (almeno 3 mesi) per evitare il recesso e, invece, se non si è più convinti di quell’offerta, cambiare fornitore continuando a restare nel libero. Quindi il consiglio è quello, nel caso in cui davvero si voglia lasciare il gruppo d’acquisto ricercare un’altra offerta e sottoscriverla, ma come abbiamo sempre detto, fate molta attenzione e prima di sottoscriverla verificatene i dettagli. Ricordate infine che è sempre utile il Portale Offerte dell’ARERA 

 

Vorrei sapere, dato che il termine di adesione che proponete è breve, se il progetto che andrete ad attuare sarà di corto respiro o di ragionevole durata e lo scenario quale sarà nell’eventualità il fornitore di energia attuale dovesse rivelarsi inaffidabile. 

L’obiettivo del gruppo d’acquisto è quello di offrire un orizzonte lungo in vista della fine dei mercati di tutela prevista per il 1° gennaio 2023. L’idea è quella di avere un fornitore che, oltre a un prezzo in linea con il mercato, senza costi nascosti e con una struttura di prezzo similare a quella del mercato di tutela abbia una marcata attenzione per il servizio, anche con l’assistenza riservata agli aderenti tramite UNC e una spiccata propensione all’ambiente, riservando per il gruppo d’acquisto un’ offerta che sia 100% green.
 

Volevo sapere se questi nuovi contratti e tariffe erano state concordate con voi.

Come previsto dalla costituzione del Gruppo d’Acquisto, ogni variazione che riguarda gli aderenti al gruppo è sempre preventivamente concordata tra le parti. Anche in questo caso, essendo previsto dalla regolazione l’obbligo di comunicazione entro tre mesi dalla modifica della struttura di prezzo, ne abbiamo concordato i contenuti e le modalità. La scelta del passaggio, a conclusione dei 12 mesi, da un prezzo bloccato a un prezzo indicizzato deriva dal fatto di avere una struttura di prezzo confrontabile con quello dei mercati di tutela, visto che da pochi mesi è stata prorogata la loro fine, inizialmente prevista per il 1° luglio 2021, al 1° gennaio 2023.
 

Volendo continuare ad aderire al gruppo di acquisto come lo scorso anno, cosa bisogna fare? Arriveranno indicazioni chiare per chi ha già aderito al gruppo d’acquisto lo scorso anno?

Non bisogna fare nulla! Se ha già sottoscritto l’offerta le condizioni restano quelle sottoscritte fino allo scadere dei 12 mesi e poi scattano quelle previste dal rinnovo come concordato e comunicato nella comunicazione che ha ricevuto. La scelta del passaggio, a conclusione dei 12 mesi, da un prezzo bloccato a un prezzo indicizzato deriva dal fatto di avere una struttura di prezzo confrontabile con quello dei mercati di tutela, visto che da pochi mesi è stata prorogata la loro fine, inizialmente prevista per il 1° luglio 2021, al 1° gennaio 2023.
 

Ho già aderito lo scorso anno, questa offerta è valida anche per chi è già cliente oppure solo per i nuovi clienti? 

Questa variazione contrattuale interessa tutti coloro che hanno aderito al Gruppo d’acquisto allo scadere dei primi 12 mesi. Quindi le condizioni restano quelle sottoscritte fino allo scadere dei 12 mesi e poi scattano quelle previste dal rinnovo come concordato e comunicato nella comunicazione che ha ricevuto. La scelta del passaggio, a conclusione dei 12 mesi, da un prezzo bloccato a un prezzo indicizzato deriva dal fatto di avere una struttura di prezzo confrontabile con quello dei mercati di tutela, visto che da pochi mesi è stata prorogata la loro fine, inizialmente prevista per il 1° luglio 2021, al 1° gennaio 2023.
 

Nel caso non fosse valida, chi ha già il contratto attivo, Come può fare per mantenere le attuali condizioni economiche? 

Le condizioni per chi ha un contratto attivo valgono 12 mesi, e poi scattano quelle previste dal rinnovo come concordato e comunicato nella comunicazione che ha ricevuto. La comunicazione è inviata tre mesi prima proprio per garantire la possibilità di verificare se le nuove condizioni sono soddisfacenti, e restare in fornitura, oppure cambiare fornitore e uscire dal gruppo.

 

Ma non era la vs Associazione che doveva contrattare le nuove condizioni per tutti noi? 

È esattamente quello che è stato fatto! Come previsto dalla costituzione del Gruppo d’Acquisto, ogni variazione che riguarda gli aderenti al gruppo è sempre preventivamente concordata tra le parti. Anche in questo caso, essendo previsto dalla regolazione l’obbligo di comunicazione entro tre mesi dalla modifica della struttura di prezzo, ne abbiamo concordato i contenuti e le modalità. La scelta del passaggio, a conclusione dei 12 mesi, da un prezzo bloccato a un prezzo indicizzato deriva dal fatto di avere una struttura di prezzo confrontabile con quello dei mercati di tutela, visto che da pochi mesi è stata prorogata la loro fine, inizialmente prevista per il 1° luglio 2021, al 1° gennaio 2023.
 

Ho ricevuto un’informativa da parte di Illumia riguardante il passaggio dal prezzo fisso a prezzo indicizzato. Mi chiedo perché avete ritenuto conveniente per noi questa transizione.

la scelta di una struttura di prezzo con l’importo della componente energia bloccata per 12 fatta lo scorso anno era stata determinata da due fattori:

  • il crollo dei prezzi all’ingrosso a causa della pandemia (che ha fatto segnare un ribasso storico del mercato energetico da quando esiste);
  • l’avvicinarsi della fine del mercato di tutela per i clienti domestici inizialmente fissata per il 1° luglio di quest’anno. 

Oggi le condizioni sono diverse per due ordini di motivi: la volatilità dei prezzi che sono ritornati ai livelli precrisi, ma che sono estremamente sensibili agli scenari internazionali (in primis alle variazioni dei prezzi del petrolio e al costo delle emissioni di CO2), la proroga della fine dei mercati di tutela decisa dal governo a inizio anno e che ha spostato il termine al 1° gennaio 2023.

In un’ottica di tutela degli aderenti al gruppo, come previsto dagli obiettivi alla base di SicurInsieme, per evitare che le condizioni contrattuali con un prezzo fisso (e di sicuro più alto rispetto a quello che andrà a esaurirsi ai 12 mesi considerato l’andamento dei mercati attuale e il fatto di doverlo “prevedere” e fissare da qui a tre mesi)  fossero non convenienti si è preferito optare per un prezzo all’ingrosso variabile mensilmente e in linea con quanto succede nel mercato di tutela per un più semplice confronto, con in più, il potenziamento dei canali dedicati agli iscritti e la conferma di energia 100% green (con le compensazioni della CO2 per quanto riguarda il gas). 

Ovviamente, nel caso queste condizioni non dovessero essere ritenute più convenienti, potrà, nei prossimi tre mesi e mantenendo l’attuale prezzo, cambiare tipo di offerta e/o di fornitore.

Autore: Marco Vignola
Data: 6 luglio 2020
Aggiornamento: 17 maggio 2021

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma