Chiamate indesiderate, arriva la legge sul telemarketing selvaggio

2 commenti  |  pdf

Il Senato ha approvato la norma sulle chiamate indesiderate. “Finalmente un freno alle telefonate moleste. Anche se il testo non è l’ideale, si tratta di un indubbio passo avanti contro il telemarketing aggressivo” commenta Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

Come più volte l’Unione Nazionale Consumatori ha sostenuto, negli ultimi mesi, nell’ambito della campagna STOP ALLE CHIAMATE INDESIDERATE, lanciando anche la petizione #nondisturbarmi per chiedere la riforma del sistema, non esistevano fino a questa legge delle regole severe ed efficaci che mettessero un freno all’aggressività di alcuni operatori; d’altra parte il Registro Pubblico delle Opposizioni, che doveva servire a chi si iscrive per esprime il diritto di opposizione alle chiamate di telemarketing si è rivelato un fallimento.

La legge approvata dal Senato ecco in concreto cosa prevede:

  • al registro opposizioni si possono iscrivere anche i numeri di telefonia mobile e sono ammessi tutti i numeri, anche quelli assenti dagli elenchi pubblici;
  • una volta iscritti al registro, tutti i consensi dati in precedenza (sia online che offline) sono cancellati;
  • gli operatori dei call center devono indicare all’utente come hanno ottenuto i suoi dati personali (da elenchi pubblici o dall’acquisto di banche dati).

Uno degli aspetti del disegno di legge su cui il dibattito è stato più acceso è il cosiddetto “prefisso unico”: una prima version del ddl prevedeva infatti che tutte  le chiamate pubblicitarie fossero riconoscibili da un codice che sarebbe lo stesso per tutte le società di call center. La lobby dei call center ha però ottenuto una modifica: il prefisso unico anti-scocciatori raddoppia, uno per riconoscere le chiamate commerciali ed un altro per le indagini statistiche. Inoltre il testo consente ora agli operatori che non si adeguano al prefisso unico, la facoltà di presentare l’identità della linea a cui possono essere contattati.

IL NOSTRO COMMENTO ALLE ULTIME MODIFICHE

“Anche se la lobby dei call center ha fatto di tutto per affossare il provvedimento, riuscendo ad ottenere, con il solito ricatto occupazionale, un peggioramento del testo, resta comunque un passo avanti rispetto allo status quo, importante per ridurre le telefonate moleste” commenta il Presidente Massimiliano Dona.”Era importante mettere un punto fermo e non vanificare il lavoro svolto fino ad ora dalle Commissioni” conclude Dona.

Autore: Simona Volpe
Data: 23 dicembre 2017

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Paolo Re

Siete grandi !

Pierluigi

Bravi aspetto aggiornamenti per rimborsi fatturazione 28 gg Buon anno

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Non rinuciare a difenderti!

Difendere i propri diritti può essere frustrante, soprattutto se si ha di fronte una grande azienda. Ma con accanto un'associazione che ha 60 anni di esperienza nella tutela del consumatore diventa semplice.

Se hai dubbi o difficoltà ricorda che puoi sempre chiamarci allo 06 32600239. Ti risponderemo e cercheremo di risolvere insieme il tuo problema.

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida