Ecommerce, cosa fare in caso di pacco danneggiato

L’arrivo del pacco danneggiato è purtroppo un inconveniente sempre possibile quando si acquista online. Ad aggravare il disservizio è il fastidioso rimbalzo di responsabilità tra venditore e corriere che spesso si innesca a tutto svantaggio del consumatore. Vediamo allora cosa fare per veder tutelati i propri diritti di consumatore in caso di pacco danneggiato.

Pacco danneggiato? Le regole da seguire

Un primo consiglio per evitare problemi riguarda  il momento dell’acquisto: rivolgetevi a venditori affidabili che garantiscano all’acquirente delle chiare procedure da seguire in caso di danni.

Una volta tenuto conto di questo, però, può comunque capitare che un nostro ordine online arrivi a casa danneggiato e allora:

  • la prima cosa da fare è, se possibile, aprire il pacco davanti al corriere così da segnalare eventuali danni, all’imballaggio o al contenuto, già nella bolla di consegna;
  • qualora non sia possibile aprire il pacco alla presenza del corriere documentate la fase di disimballaggio con foto e video così da dimostrare che l’eventuale non integrità dell’ordine non dipende da voi;
  • esiste poi la possibilità di “accettare con riserva” una consegna, è un diritto del consumatore che permette di verificare l’integrità dell’oggetto da voi ordinato anche in un secondo momento. Quest’ipotesi torna utile quando, ad esempio, ritiriamo un pacco presso l’ufficio postale.
  • non appena constatate il danno contattate il venditore che dovrà rispondere dei problemi al pacco anche qualora siano stati causati dal corriere.

Leggi anche Se il pacco non arriva, cosa fare?

Responsabilità del venditore

Secondo il Codice del Consumo il venditore è sempre responsabile di eventuali problematiche relative all’ordine fino al momento in cui l’acquirente non ne entra materialmente in possesso.

Questo rappresenta un importante strumento per il consumatore che deve essere quindi tutelato anche in caso di danno arrecato dal corriere o di danno non immediatamente riconoscibile al momento della consegna.

L’unica eccezione a quanto appena detto si presenta nel momento in cui il compratore sceglie direttamente il corriere dal quale vuole che venga effettuata la consegna, in questo caso, la responsabilità per la perdita o il danneggiamento del pacco passa al cliente. Va detto che se invece la scelta del corriere è una possibilità data dal venditore stesso la responsabilità resterà comunque in carico a quest’ultimo.

Gli esperti della nostra associazione sono disponibili per aiutare i consumatori con i problemi di E-COMMERCE e non solo! Scrivi allo SPORTELLO E-COMMERCE

Autore: Lorenzo Cargnelutti
Data: 5 marzo 2021

 

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma