Cari consumatori, benvenuti nell’era della voce!

voce

A Voi è mai capitato di fare un acquisto utilizzando semplicemente la vostra voce? O di impartire un comando vocale ad un oggetto connesso, all’interno della vostra casa?
E quante volte è stato semplicemente un audio a farvi viaggiare, forse un podcast a portarvi a vivere storie immaginarie…
E ancora, forse grazie alla voce abbiamo imparato qualcosa oppure -più prosaicamente- è stata una voce a spiegarci le funzionalità di un nuovo prodotto, magari a spingerci a comprare questo o quel servizio?
Lunedì 22 novembre si è tenuta la 15° edizione del Premio Vincenzo Dona, l’evento annuale di Consumatori.it che, quest’anno, ha celebrato il “Potere della voce”.
Ho avuto il piacere di dialogare con: istituzioni, imprese, addetti ai lavori ma soprattutto con le persone che stanno osservando (e interpretando) il cambiamento che stiamo vivendo, a cominciare da Paolo Iabichino, pubblicitario di lungo corso che oggi teorizza la “pubblicità civile” come unica strada per dare un senso alla comunicazione di impresa.
Pensate che si dice in giro che ascoltando la nostra voce una piattaforma possa comprendere il nostro umore o magari l’avvicinarsi di un mal di gola e quindi in futuro (già adesso?) possa proporci acquisti su misura. Ma quali esigenze di protezione dati porta con sé tutto ciò nel delicato equilibrio tra dati e voce? Ne abbiamo parlato con Guido Scorza, componente del Garante per la protezione dei dati personali, insignito del Premio Dona 2021.
Molto interessante anche il tema delle fake news… dannazione del nostro tempo: dopo aver letto la notizia di una frode da 30 milioni grazie a un deep fake vocale mi sono chiesto se il mondo della voce possa esserne immune…
E poi abbiamo parlato con i podcaster, da Giulio Gaudiano, fondatore del Festival del podcasting, a Matteo Caccia, da Matteo Ranzi a Matteo Grandi, passando per Don Alberto Ravagnani, si avete capito bene, un sacerdote digitale che ci parla di fede su Youtube!
A proposito di provvidenza, ma voi lo sapete che negli Stati Uniti il podcast The Bible in a Year – ha avuto talmente tanto successo (parliamo di 142 milioni di download e di 3,3 miliardi di minuti di ascolto in meno di un anno) che nel periodo natalizio affiggerà un cartellone pubblicitario a Times Square, a New York City? Insomma, proprio nella città che non dorme mai!
Insomma, ci siamo divertiti e potrei continuare per molto ancora ma perché farlo? Potete vedere e ascoltare la vera voce dei protagonisti di questa edizione direttamente con i vostri occhi e le vostre orecchie! Basta cliccare qui (video: Premio Dona 2021 – Potere alla voce)

E voi, lo sapevate?

Autore: Massimiliano Dona
Data: 24 novembre 2021

 

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma