ABC bolletta Luce e Gas: Enel, Eni, Edison, A2A, Acea, Hera, Iren, E.on, Sorgenia, Illumia

contatori

Questo ABC bolletta Enel, Eni, Edison, A2A, Acea, Hera, Iren, E.on, Sorgenia, Illumia… fornisce ai consumatori una rapida panoramica dei reclami più comuni nel settore dell’energia elettrica e del gas: fatture pazze, solleciti di pagamento per importi non dovuti, sospensione della fornitura elettrica.

Da quando il 1° gennaio 2016 è entrata in vigore la nuova bolletta per le forniture di energia elettrica e gas si è cercato si semplificare le informazioni presenti; la prima notizia utile che i consumatori possono trovare in bolletta è se si riferisce ad un contratto sul Mercato Libero o di Maggior Tutela (per l’elettricità) o al Servizio di Tutela (per il gas). Subito dopo la bolletta riporta: il nome e l’indirizzo del cliente, l’indirizzo del punto di consegna, il codice POD per l’elettricità e codice PDR per il gas, le caratteristiche tecniche della fornitura e la tipologia del contratto sottoscritto. Inoltre si trovano altre informazioni importanti, cioè:

  • l’importo da pagare e la scadenza;
  • i consumi espressi in chilowattora (kwh) per l’elettricità e in metri cubi standard (Smc) per il gas, fatturati nel periodo di riferimento. Si indica poi se i numeri del contatore sono stati letti dal distributore (lettura rilevata), comunicati dal cliente (autolettura) o stimati sulla base dei consumi abituali del cliente;
  • se la bolletta è di accontodi conguaglio e il periodo di riferimento.
  • nelle bollette elettriche sono evidenziati anche i consumi per fascia: F1 a maggior costo, F2-F3 a minor costo.

Purtroppo non è facile per i consumatori comprendere se l’importo indicato in bolletta è realmente dovuto: al nostro sportello riceviamo numerose segnalazioni su conguagli in bolletta di importi anomali, doppia fatturazione in caso di cambio di fornitore, sospensione della fornitura per morosità, rateizzazione delle bollette con importi elevati e molto altro.

I reclami riguardano generalmente: Enel, Eni, Edison, A2A, Acea, Hera, Iren, E.on, Sorgenia, Illumia … Cosa fare in questi casi?

  • Presentare un reclamo scritto, ai canali corretti presenti sulla propria bolletta,alla società di vendita con i dati identificativi della propria fornitura e una breve descrizione della problematica riscontrata. Naturalmente è possibile chiedere assistenza al nostro sportello di consulenza per essere seguiti dai nostri esperti;
  • se il reclamo non ha ottenuto riscontro è possibile attivare una Conciliazione paritetica o presso il Servizio Conciliazione dell’Autorità sempre seguiti dai nostri consulenti. 

 

HAI BISOGNO DI AIUTO? CONTATTACI ALLO SPORTELLO DEL CONSUMATORE

 

Ma non solo! Non perdere il video di Angelo, il simpatico protagonista della nostra mini-serie, tradotta in lingua dei segni e dedicata ai più comuni problemi di consumo. Guarda il video e scopri come evitare di rimanere al buio!

Video realizzato nell’ambito del progetto “Quello che le persone non dicono, un’inclusione possibile” finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali ai sensi dell’art. 72 del CTS annualità 2017 e realizzato dall’Unione Nazionale Consumatori in partnerariato con U.Di.Con.

HAI BISOGNO DI AIUTO? CONTATTACI ALLO SPORTELLO DEL CONSUMATORE

Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data:14 ottobre 2019

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti. I dati inseriti verranno trattati nel rispetto della normativa privacy in vigore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

*

Avatar
francesco

Leggere una bolletta/luce è molto semplice: il 50% và al gestore, l’altro 50% allo Stato (oneri di sistema, Iva e accise varie). Andando indietro nel tempo, una famiglia poteva difendersi ricorrendo all’utilizzo di semplicissime candele; oggi non più, perchè il loro prezzo è fortemente lievitato essendo considerate e vendute come soprammobile. E’ anche vero, però, che le nostre abitudini e/o esigenze hanno subito uno stravolgimento dovuto al c.d. “progresso”: uso di TV H24, elettrodomestici, ecc., ed in più siamo un paese che importa l’energia (sia luce che gas) con il rischio, quantomeno potenziale, di rimanere ricattati dai paesi che ce la forniscono. Ultima considerazione: non pensate di ridurre i consumi per risparmiare poichè in tal caso l’erario si inventerà la tassa sul volume dell’aria che respiriamo!!!.

Avatar
Antonio

Vi comunico quello che ritengo una scorrettezza da parte di Eni gas e luce. A seguito di un contatto telefonico ho attivato un contratto con detto distributore. Dentro detto contratto c’era anche la fornitura di un kit di lampadine a risparmio energetico. Nonostante le mie telefonate del kit nessuna notizia. Solo fattura con la rata di detto kit. Poi del risparmio rispetto a quanto pagavo con Enel lasciamo perdere. Un imbroglio. Grazie

Avatar
User

Esprimo il mio apprezzamento per il vostro articolo e il vostro lavoro, ma anche il mio disappunto per un sistema che ha del marcio e tutela il fornitore dei servizi e mai il cliente. Di conseguenza numerosi sono i casi che si sentono di soprusi a danno di molte famiglie che non hanno adeguati strumenti a loro difesa, con in aggiunta il configurarsi di possibili reati penali da parte di soggetti in caso di invio di bollette con importi elevatissimi
(anche a 3 zeri) totalmente prive di doverosi riscontri e di prove a fondamento del calcolo del relativo importo. Il tutto per di più scrivendo pure che a seguito di verifiche la bolletta é sicuramente corretta. Immaginate una persona debole di cuore che apre una busta e vi trova certe sorprese.

La Redazione UNC
La Redazione UNC

Grazie a tutti per i commenti! Ricordiamo però che questo spazio non è destinato all’assistenza. Per contattare i nostri esperti e chiedere una consulenza scriveteci attraverso lo sportello Energia in home page. Grazie!

Avatar
Giovanni

Salve ho un grosso problema con edison nonostante abbia pagato la bolletta insistono nel dire che non è stata pagata ho inviato varie email con il pagamento effettuato ma nonostante tutto mi hanno inviato una mail dove mi comunicano che a breve mi staccano la luce non so come risolvere la situazione per non parlare del call center fortemente maleducati


Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2019 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2019 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma

Scarica la guida
"I tuoi diritti al telefono"