Fine del mercato di tutela di luce e gas: 10 cose da sapere

Si fa un gran parlare in questo periodo della possibile fine dei Mercati di Tutela per l’elettricità ed il gas e la completa apertura al Mercato Libero. Cerchiamo prima di tutto di capire qual è la differenza tra i due mercati:

  • i Mercati di Tutela (Servizio di Maggior Tutela per l’elettricità e Servizio di Tutela per il gas) hanno condizioni economiche e contrattuali regolate dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente), e valgono per i clienti che ne hanno diritto e che non scelgono un nuovo contratto nel mercato libero. Le condizioni economiche sono variabili e vengono aggiornate dall’Autorità ogni tre mesi.
  • Nel  Mercato Libero è il cliente, sulla base di quanto offerto dalle società di vendita, a decidere quale venditore o tipo di contratto scegliere e quando e se cambiarli. Le condizioni economiche sono stabilite dal venditore sulla base di un’offerta commerciale.

Da diversi anni si parla della fine dei Mercati di Tutela, con il conseguente passaggio definitivo dei clienti ancora forniti in tutela sul Mercato Libero, la scadenza del passaggio è fissata al 1° gennaio 2022.

Questo significa che, fino a quella data, sarà ancora possibile avvalersi dei contratti nei mercati di Tutela per elettricità e gas!

Ma cosa succederà quindi da quella data? Cosa devono aspettarsi i consumatori e come comportarsi in questa fase di passaggio? Ecco le risposte ad alcune delle domande più frequenti da parte dei consumatori allo sportello Energia della nostra associazione:

HAI UN PROBLEMA DI BOLLETTA LUCE O GAS?
SCRIVI ALLO SPORTELLO ENERGIA

1) Cosa succederà a chi non sceglierà alcun fornitore dopo il 1° Gennaio 2022?

                – Al momento purtroppo ancora non lo sappiamo. Il rinvio è stato determinato anche dal fatto che ancora non c’è una proposta condivisa su che fine farà chi al 1° gennaio 2022 non avrà scelto volontariamente un contratto nel mercato libero.  Leggi a riguardo la nostra posizione su una bolletta giusta

2) Chi oggi è cliente nei Mercati di Tutela è obbligato al passaggio al Mercato Libero?

                – Assolutamente NO! Fino a quando esisterà il Mercato di Tutela sarà sempre possibile aderire a questo tipo di offerte

3) Chi ha sottoscritto un contratto nel Mercato Libero può rientrare nel Mercato di Tutela? Ha un costo?

                –  Sì, è sempre possibile rientrare nei Mercati di Tutela anche per i clienti che hanno già sottoscritto un’offerta nel mercato libero. La procedura non ha costi salvo quelli previsti connessi con la sottoscrizione del nuovo contratto.

4) Nel caso di passaggio tra un operatore e l’altro o tra i diversi mercati (di tutela e libero) la fornitura viene interrotta?

                – No! Il passaggio avviene senza alcuna interruzione della fornitura continueremo sempre ad aver, quindi, gas ed elettricità.

5) Quando si passa da un operatore ad un altro vengono cambiati i contatori?

                – No! Il contatore non viene cambiato se si cambia fornitore anche perché la gestione della rete, e quindi anche dei contatori, è di competenza del distributore locale.

6) Dove si può verificare di quale mercato si è clienti?

                – In bolletta! Le bollette di luce e gas, infatti, contengono tante informazioni molto importanti tra cui, riportata obbligatoriamente in bolletta, l’indicazione del mercato di cui si è clienti: Mercato Libero o Servizio di Maggior Tutela (per l’elettricità) o Servizio di Tutela (per il gas).

8) Cosa bisogna fare in caso ci si accorga di qualche problema o nel caso venga attivato un contratto contro la nostra volontà?

                – E’ fondamentale inviare un reclamo scritto ai canali corretti presenti in bolletta e in caso di risposta negativa o di mancata risposta entro 40 giorni solari attivare per nostro tramite una procedura di Conciliazione.

9) Per poter verificare se esistono contratti in linea con le nostre esigenze quale strumento è possibile utilizzare?

                – Il Portale Offerte sviluppato dall’ARERA (l’Autorità di regolazione del settore) contiene TUTTE le offerte presenti sul mercato. Leggi a riguardo Il portale offerte aiuterà i consumatori?

10) Quali elementi è utile valutare nella scelta del fornitore? E quali sono gli errori da non fare?

                – E’ fondamentale accettare un offerta (che sia telefonica o porta a porta) solo dopo aver visionato con attenzione le condizioni contrattuali e aver verificato che siano effettivamente quelle per noi più convenienti. Inoltre il prezzo non è l’unica variabile di cui tener conto ma ce ne sono altre qualitative (la numerosità dei clienti, la presenza di sportelli territoriali, la capacità di gestione delle eventuali controversie, la possibilità di servizi accessori utili) che possono essere anche molto più importanti rispetto al solo prezzo.

Per avere l’assistenza dei nostri esperti contattaci attraverso lo Sportello Energia.

Autore: Marco Vignola
Data: 5 novembre 2018
Aggiornamento: 12 febbraio 2020

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti. I dati inseriti verranno trattati nel rispetto della normativa privacy in vigore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

*

Avatar
Giulio Crotti

Buongiorno,
poco fa mi ha chiamato (da Bari) una signora di Multiservice che cercava di farmi cambiare contratto e bla bla bla perchè, diceva, il mercato di tutela finisce il prossimo 9 luglio detc etc. Ovviamente l’ho rimbalzata però, a freddo, mi chiedo: non ci sono gli estremi per una denuncia di truffa?

Un saluto

GC

Avatar
Giovanni Santibelli

Sono sempre stato un utente ACEA Roma del mercato di tutela e solo adesso, per colma mia e grazie a voi, scopro che questo permarrà nel tempo. Considerando che già da molto tempo ci sono molti, forse anche troppi, fornitori che operano sul mercato libero, perché si è creato tutto questo caos?. La stessa ACEA di Roma credo operi sui due mercati da tempo. Allora mi chiedo: perché tutto questo trambusto e cosa cambierà dall’01/01/2022?
Grazie

Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2020 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2020 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma

Vuoi l’offerta di luce e gas più conveniente ed essere sempre tutelato?