Consumatori nell’era di Internet

1 commento  |   stampa  |  pdf

Sarà l’esigenza di risparmiare o la semplicità di fare acquisti comodamente seduti sulla poltrona di casa o con un clic dal proprio telefonino, sta di fatto che sempre più consumatori acquistano su Internet, abbandonando la reticenza iniziale.

Dall’abbigliamento alla tecnologia, dai viaggi all’estetica, ma anche cibo, libri e farmaci, ormai in Rete si compra di tutto con la possibilità di scegliere tra i diversi canali quello più adatto alle proprie esigenze: c’è chi predilige i siti aziendali (soprattutto per l’abbigliamento) che oltre a dare informazioni sui prodotti offrono ormai sistemi di vendita al pubblico; chi, invece, sceglie i siti specializzati in determinati settori come l’elettronica, i portali turistici o le compagnie aeree o quelli generalisti che vendono un po’ di tutto come Ebay ed Amazon. Un discorso a parte va fatto per i siti di social shopping (Groupon, Groupalia, Letsbonus e molti altri) che grazie ad una dinamica molto simile ai social network stanno facendo letteralmente faville. Il meccanismo, per chi non lo conoscesse, è molto semplice: gli iscritti ricevono quotidianamente per email le offerte del giorno (spesso scontate oltre il 50 per cento del prezzo iniziale) e scelta la proposta più interessante, l’acquisto si perfeziona solo se si raggiunge un numero prestabilito di acquirenti (quorum) in un tempo predeterminato (24, massimo 72 ore).

Insomma basta guardarsi intorno per notare che, al giorno d’oggi, i consumatori sono sempre più e-consumer, cioè fruitori della società elettronica: vivono, interagiscono, si informano e fanno acquisti sul web.

L’altra faccia della medaglia, purtroppo, è che se da una parte registriamo una certa predisposizione all’utilizzo della Rete per gli acquisti, non possiamo parlare ancora di una piena consapevolezza dei propri diritti e doveri di utenti on-line; ogni giorno agli sportelli dell’Unione Nazionale Consumatori (sul nostro sito www.consumatori.it è presente uno sportello dedicato all’e-commerce) giungono decine di segnalazioni, reclami richieste di chiarimenti da parte di chi si cimenta nello shopping on-line.

Per fornire ai consumatori le informazioni adeguate per acquistare sul web in sicurezza abbiamo realizzato, nell’ambito del Progetto “E-commerce e tutela del consumatore digitale”, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ai sensi della lett. D) L. 383/2000 – linee di indirizzo annualità 2013, alcuni focus sulle principali aree di interesse legate agli acquisti on-line.

Diamo qui qualche consiglio generale, partendo da un presupposto: sia quando si acquista un paio di scarpe online che quando si scarica un’app sul telefonino, siamo consumatori (esattamente come lo siamo al negozio sotto casa) e dunque abbiamo una serie di diritti e doveri, come in qualsiasi atto di consumo. Il buon senso, dunque, rimane l’arma più efficace.

Una serie di accorgimenti, poi, sono utili per tenere lontane le fregature:

  • acquistate solo su siti ad alto standard protetti da sistemi di sicurezza internazionali come SSL e SET, riconoscibili dalla certificazione e dal lucchetto chiuso;
  • confrontate le varie offerte prima di procedere all’acquisto, cercando anche in Rete maggiori dettagli  sui prodotti/servizi o la reputazione del venditore;
  • non fatevi prendere dalla fretta o dall’ansia; molti siti giocano su una comunicazione emotiva: timer che scadono, avvisi che l’articolo è in esaurimento, etc. E’ il caso di ignorarli;
  • diffidate dalle offerte estremamente vantaggiose (potrebbero essere siti che “giocano” con l’iva o di incerta provenienza);
  • non fatevi attrarre dallo sconto, ma chiedetevi sempre se state acquistando quello che davvero stavate cercando;
  • controllate il prezzo finale del prodotto o servizio comprensivo di spese di spedizione e altri costi aggiuntivi (è illegittima la maggiorazione per l’uso della carta di credito);
  • controllate le date di consegna per scongiurare il rischio  che il vostro acquisto non arrivi per tempo, se si tratta di un regalo o arrivi in un periodo in cui siete fuori casa;
  • stampate una copia dell’ordine e della pagina contenente l’offerta;
  • trasmettete i dati economici solo quando sono rispettate le condizioni di sicurezza e non comunicate mai i riferimenti o altri dati personali via email;
  • ricordate che anche comprando on-linevale il diritto di recesso, da esercitare entro 14 giorni dalla data di consegna del prodotto o dalla sottoscrizione del contratto.

Autore: Simona Volpe
Data: 12 marzo 2015

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Articolo citato da: Comprare online | Internet e Vai

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori