ABC smarrimento bagaglio

4 commenti  |   stampa  |  pdf

ABC smarrimento bagaglio spiega ai consumatori come comportarsi in caso di perdita, danneggiamento ritardo alla consegna del bagaglio registrato (cioè imbarcato) da parte di una compagnia aerea: si può avere diritto ad un risarcimento facendo reclamo nei confronti della compagnia aerea entro 7 giorni lavorativi dalla consegna del bagaglio (il termine complessivo per rivolgersi al giudice è di 2 anni).

Per quanto riguarda l’entità del risarcimento, occorre distinguere tra le Compagnie aeree comunitarie che aderiscono alla Convenzione di Montreal del 1999 (la maggior parte) e quelle che invece non vi aderiscono.

  • Nel primo caso, il passeggero ha diritto ad un risarcimento fino 1.000 DSP (Diritti Speciali di Prelievo), pari a circa 1.164 euro, per ciascun bagaglio registrato e in relazione al danno effettivamente subito.
  • Nel secondo l’entità del risarcimento è limitata a 17 DSP, pari a circa 19 euro per kg di bagaglio trasportato.
  • In entrambi i casi (voli nazionali e voli internazionali) è possibile aumentare il livello del risarcimento mediante la cosiddetta “dichiarazione di valore“, da effettuarsi al momento del check-in, che consente di elevare il limite di responsabilità della compagnia previo pagamento di un’apposita tariffa aggiuntiva da parte del passeggero: tale dichiarazione deve essere presentata sugli appositi moduli da richiedersi agli addetti al check-in.
  • Sarà bene, inoltre, prestare attenzione ai regolamenti delle varie compagnie (reperibili presso gli aeroporti) o comunque di leggere attentamente quanto riportato sul biglietto. Infatti, alcune compagnie indicano espressamente quali articoli non vengono accettati come bagaglio registrato..

Se vuoi saperne di più sulla vacanza rovinata, clicca qui.

Se vuoi richiedere la nostra assistenza in caso di smarrimento bagaglio, clicca qui.

Autore: Emanuela Dona
Data: 7 settembre 2015

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

diletta

Vorrei raccontare questa storia: arrivo a città del messico il 10 agosto e non trovo il bagaglio. Assolvo a tutte le pratiche burocratiche del caso. Inizio a chiamare ogni giorno (a mie spese) il call center iberia di città del messico per avere notizie dal momento che da lì a 2gg inizierò un tour del paese. Ottengo informazioni discordanti da ciascun operatore con cui vengo in contatto: il bagaglio è stato consegnato a città del messico; il bagaglio è in aeroporto; il bagaglio è presso il corriere, contatti lui; il bagaglio le verrà inviato a puerto escondido, a tulum… NULLA di tutto questo. il 24 agosto torno in aeroporto a città del messico e chiedo ancora della mia valigia scoprendo un documento di trasporto dal quale risulta che il bagaglio è stato consegnato in data 12 agosto all’ostello dove ho dormito 2 notti senza che io fossi presente e senza delega. Quando faccio notare questa cosa all’operatore, lui decide di mandarmi via dall’ufficio A SPINTONI e minacciando di chiamare la POLIZIA. Non è bastato passare una vacanza senza effetti personali, dovendo ricomprare alcune cose lì e tutto il resto in italia, essere presa in giro da operatori incompetenti del call center, spendere soldi in telefonate, maltratta e minacciata? QUESTA è IBERIA

gaetano manna

buongiorno a me alitalia ha dato 21 giorni per ricevere un riborso ma considerato che i primi 8 eravamo negli usa e il retante in giro e non avendo un portatile non potevamo fare una richiesta di risarcimento dato che tutti i documenti dovevano essere scannerizzati e spediti online

Unione Nazionale Consumatori
Unione Nazionale Consumatori Autore articolo

Gent.mo Sig. Manna, la ringraziamo per la segnalazione che può inoltrare usando l’apposito sportello dedicato ai reclami contro Alitalia presente in questa pagina
http://www.consumatori.it/sportello-per-alitalia/

carla

E quello di Vueling qual’è per cortesia?? Ho mandato richiesta risarcimento per bagaglio consegnato 5 g dopo con una raccomandata con ricevuta di ritorno… sono ancora in attesa della ricevuta di ritorno

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori