Gioco online: fallita una nuova chance

commenta  |   stampa  |  pdf

Si è tenuto di recente, a Bruxelles, l’incontro tra i funzionari dell’Ue e i rappresentanti degli enti regolatori nazionali, finalizzato a definire una normativa comunitaria in materia di gioco d’azzardo online ma conclusosi, purtroppo, con un nulla di fatto.

Sarebbe stato importante mettere le basi per una regolamentazione comune del gioco online: si sarebbe potuto intervenire con fermezza per tutelare i minori e i consumatori più vulnerabili, vincolando gli Stati membri attraverso l’emanazione di una direttiva comunitaria in grado di armonizzare gli aspetti più delicati, come la tutela dell’integrità dei consumatori, la dipendenza e il contrasto del mercato nero.

Da parte nostra siamo impegnati da tempo in una campagna finalizzata ad informare i cittadini delle derive patologiche del gioco d’azzardo. Attraverso la presentazione di una mozione parlamentare, inoltre, abbiamo chiesto alle Istituzioni italiane di prendere atto del problema e regolamentare il settore per vietare la pubblicità commerciale di tutte le attività legate a giochi e rendere trasparenti le informazioni fornite ai giocatori, in primis quelle relative alle reali possibilità di vincita.

Nel nostro Paese il gioco d’azzardo ha raggiunto proporzioni tali da rappresentare la terza industria per fatturato (arrivando a far spendere ad ogni cittadino quasi 1300 euro ogni anno), ma nel resto d’Europa la situazione non è meno preoccupante. L’anno scorso infatti il settore ha generato un giro d’affari di oltre 10 miliardi di euro e parte consistente delle attività si è svolta su internet, telefoni cellulari e piattaforme di TV interattiva.

Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data: 21 maggio 2012

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori