Recupero, ma di quale crediti?

commenta  |   stampa  |  pdf

Sta diventando il business del momento, molti consumatori ci segnalano di aver ricevuto solleciti di pagamento (o veri e propri atti di citazione) per il recupero di somme in realtà non dovute. L’ultima caso riguarda le comunicazioni inviate dalla “Ditta Paravati Consuelo” per il pagamento di alcune fatture Tim scadute. Però la cosa che desta sospetti è che i consumatori che ci hanno contattato affermano di non aver mai avuto un contratto con la Tim. Ed allora potrebbe trattarsi delle solite comunicazioni-truffa mandate ad ignari consumatori nella speranza di spaventarli ed indurli a pagare importi contenuti pur di evitare grattacapi. Insomma una vera e propria catena milionaria (se consideriamo che queste indebite richieste sono inviate a migliaia di consumatori).

In casi come questo è bene ricordare di non spaventarsi, verificare se il credito è dovuto, tenendo conto però che difficilmente le grandi società telefoniche si affidano a comunicazioni così improvvisate. Inoltre, è bene sapere, quando si ricevere un atto di citazione a comparire dinanzi ad un Giudice di un luogo diverso dalla nostra residenza, che questo è illegittimo!

La nostra organizzazione sta valutando con l’operatore la fondatezza di queste richieste di pagamento che, in molti casi, hanno ad oggetto fatture risalenti al 1997. Nei prossimi giorni invieremo una segnalazione alle autorità di vigilanza che valuterà la rilevanza dei fatti. Ma intanto, in caso di dubbio, il consiglio è di non pagare e di segnalare l caso ai nostri sportelli: consulenza@consumatori.it

Autore: Dino Cimaglia
Data: 22 aprile 2013

 

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori