La Fattoria: televoto o tele-inganno?

commenta  |   stampa  |  pdf

Sospetti sul televoto del reality “La fattoria”: alla nostra Unione sono pervenute decine di segnalazioni da parte di telespettatori che hanno notato evidenti anomalie.

Mediaset risponde alla diffida inviata dall’Unione Nazionale Consumatori, ma (“per ragioni di riservatezza”) continua a rifiutarsi di esibire il contratto tra Fabrizio Corona e la produzione del reality “La Fattoria”.

Nel frattempo, circolano i video che smascherano l’accordo, ricordando che fu lo stesso concorrente ad affermare che avrebbe partecipato al gioco solo per un tempo limitato.

A ciò si aggiunge che gli stessi altri partecipanti de “La Fattoria” inchiodano Corona: durante la diretta di domenica 29 marzo nonostante la conduttrice del gioco facesse di tutto per affermarne la regolarità, il “contadino” Milo Infante accusaa espressamente Fabrizio Corona di aver voluto lasciare il programma.

La produzione ed i concorrenti sembrano essere ai ferri corti: gli autori impegnati nel creare falsi scoop vengono clamorosamente smentiti dai concorrenti, come è accaduto nell’ultima puntata durante la quale, con Corona presente in studio, è stato trasmessa una ricostruzione video di una sua presunta “scappatella” con Barbara Guerra: di fronte alla immediata smentita del popolare fotografo, gli stessi suoi ex compagni di avventura confermavano che si trattava di una montatura, con grande imbarazzo degli autori.

In molti in questi giorni hanno sostenuto la presa di posizione dell’Unione Consumatori protestando vivamente per la scarsa trasparenza del gioco. Qualcuno, però, si è anche chiesto se sia proporio necessario che un’organizzazione di consumatori si interessi di tali questioni. La risposta è semplice: queste produzioni assecondano il mercato e dunque le lasceremmo volentieri ai loro percorsi se non fosse che, grazie al telefoto, diventano anche un’ottima occasione di fare affari a spese dei cittadini. Quindi se le votazioni telefoniche sono reali, i consumatori restano liberi di spendere i propri soldi come credono, ma se sono manovrate si tratta di vere e proprie truffe dal momento che il programma è trasmesso sul digitale terrestre (e quindi a pagamento), mentre migliaia di telespettatori inviano sms (molto costosi) proprio grazie ai copioni taroccati.

Non sprecherei i miei soldi per votare chi deve uscire da un Reality televisivo, ma credo si debba avere più rispetto per chi partecipa al telefoto. E’ questa la considerazione maturata di fronte alle decine di segnalazioni pervenute alla nostra Unione in questi giorni da parte di telespettatori che hanno notato evidenti anomalie nello svolgimento del televoto legato al programma “La fattoria”, in onda su Canale 5.

Visto che la partecipazione alla votazione ha un costo (circa un 1 euro per chi chiama da telefonia fissa) abbiamo ritenuto doveroso interessarci della questione a garanzia dei consumatori che partecipano da casa secondo i quali sarebbero emerse anomalie circa l’esclusione dal gioco di Fabrizio Corona: il concorrente nel corso della diretta avrebbe di fatto anticipato l’esito della votazione, come se ne fosse a conoscenza. Del resto visto che l’interessato, già prima di partire per lo show, aveva anticipato che si sarebbe trattato di un impegno breve, ecco che lo scenario di una eliminazione già scritta sembra realistico.
Qualcuno (sui molti forum aperti su Internet) si è chiesto se era proprio necessario per una organizzazione di consumatori di occuparsi di Reality.

Da parte nostra, come detto, abbiamo chiesto formalmente dei chiarimenti a Canale 5 e se non ci sarà consentito di visionare il contratto, interesseremo le autorità competenti per verificare le indiscrezioni secondo le quali l’accordo sottoscritto da Corona  prevedeva un impegno limitato nel tempo, con buona pace dei telespettatori che credevano di poter influire sul programma votando da casa.

Autore: Massimiliano Dona
Data: 26 marzo 2009

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori