Videogiochi e aggressività

commenta  |   stampa  |  pdf

Da un recente studio pilota, condotto su bambini dagli 11 ai 13 anni è emersa una correlazione tra ansia, insonnia, enuresi notturna e altri sintomi con il tempo trascorso a giocare con videogiochi violenti. La ricerca ha indagato gli effetti che ha un famoso videogame che vede tre criminali, uno dei quali psicopatico, muoversi in una tipica metropoli americana.

Le reazioni dei 500 bambini sono state testate attraverso un’intervista fatta ai genitori. Il campione è appartenente a 4 quattro città italiane e lo studio è durato 3 mesi.

I risultati sono stati a dir poco preoccupanti. Infatti “il 34% di questi bambini ha reazioni tipiche di ansia, insonnia, enuresi notturna e sintomi di de realizzazione. Il 26% ha mostrato una maggiore sensibilità alla luce e soltanto il 32% non mostra segni particolari”.

Questi sono dati che devono far riflettere soprattutto per la semplicità con la quale questi giochi, che dovrebbero essere vietati ai minorenni, vengono craccati e venduti sul mercato. E’ necessario, quindi, che i genitori:

  • prestino maggiore attenzione ai giochi che vengono utilizzati dai loro figli;
  • chiariscano ai propri figli che i comportamenti violenti o aggressivi hanno delle conseguenze nella vita reale;
  • spieghino ai bambini l’importanza delle regole all’interno della società;
  • mostrino maniere alternative per dare sfogo all’aggressività in maniera più costruttiva, come fare sport.

Autore: Eleonora Iacobelli
Data: 12 marzo 2015

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori